Cronaca

Coronavirus, Sicilia prima in Italia per nuovi contagi (163): nel Messinese +11

I dati del bollettino ministeriale del 14 giugno dopo l'analisi di 9911 tamponi. Sette le vittime registrate nelle ultime 24 ore mentre scende leggermente il numero dei ricoverati

La Sicilia è ancora una volta la prima regione in Italia per nuovi contagi da coronavirus. Sono infatti 163 i positivi riscontrati nelle ultime 24 ore dal bollettino ministeriale del 14 giugno, elaborato dopo l'analisi di 9911 tamponi. La percentuale di positivi che scende dal 2,6% all’1,6%. I morti sono 7, i guariti 247. Nelle terapie intensive sono ricoverate 39 persone (-8).

Questa la distribuzione dei nuovi contagiati nelle singole province: 61 a Palermo, 50 a Catania, 16 a Ragusa, 12 a Caltanissetta, 11 a Messina, 10 a Siracusa, 2 ad Agrigento, 1 a Trapani, 0 a Enna.

La situazione in Italia

Il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi registra 907 casi su appena 79.524 test. Le vittime nelle ultime ventiquattro ore sono 36. Negli ospedali si trovano attualmente ricoverate 3.465 persone in reparti non critici, 536 in terapia intensiva. 

Se i numeri sono in calo desta preoccupazione l'arrivo in Italia della variante delta (la mutazione del coronavirus registrata per primo in India): era questione di tempo e così un caso è stato rivelato nel weekend a Milano, ben 15 in Emilia Romagna nell'ultima settimana. In Inghilterra - dove la variante è predominante soprattutto nel nordovest - il calendario è tornato indietro a Marzo con una media di 100 contagi ogni 100 mila persone. Un nuovo studio pubblicato su Lancet ha rivelato che il rischio di ricovero in ospedale dopo essere rimasti contagiati con la variante indiana è quasi doppio rispetto a quello della variante inglese, ma due dosi di vaccino forniscono comunque contro di essa una forte protezione, sebbene inferiore. Tra i sintomi specifici mal di testa, mal di gola e naso che cola, laddove invece i sintomi più comuni del Coronavirus nelle altre varianti sono rappresentati da tosse, febbre, perdita dell'olfatto e del gusto. Questi sintomi potrebbe spingere le persone a uscire di casa comunque, diffondendo così il contagio.  

Coronavirus, il bollettino di oggi lunedì 14 giugno

  • Nuovi casi: 907
  • Casi testati: 23989
  • Tamponi (diagnostici e di controllo): 79.524   
  • molecolari: 44492 di cui 887 positivi pari al 1.99%
  • rapidi:  35032 di cui 20 positivi 
  • Attualmente positivi: 157.790
  • Ricoverati: 3.465, -77
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 536, 11 nuovi, 29 in meno di ieri
  • Deceduti dopo un tampone postivo: 127.038
  • Totale casi positivi dall'inizio della pandemia: 3.960.951
  • Totale Dimessi/Guariti: 4.245.779
  • Vaccinati: 14.070.044 persone pari al 25.9% della popolazione con più di 12 anni, 42.245.192 le dosi somministrate ovvero l'92% delle 30.651.132 dosi consegnate da Pfizer, delle 4.177.415 consegnate da Moderna e dei 9.175.360 vaccini AstraZeneca e 1.742.000 le monodosi Janssen prodotti da Johnson & Johnson. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini. Ieri somministrate 402mila dosi 
  • Chi è stato vaccinato. La campagna vaccinale ha coinvolto ad oggi 14 giugno 2021: l'83% degli over 80, il 40% dei settantenni, e il 33% dei sessantenni, il 23% dei cinquantenni, il 15% dei quarantenni, il 13% dei trentenni e il 10% dei ventenni e l'1% degli adolescenti completamente vaccinati con una doppia dose o con una dose unica di JJ.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Sicilia prima in Italia per nuovi contagi (163): nel Messinese +11

MessinaToday è in caricamento