Coronavirus, nel Messinese 362 nuovi contagi e tre decessi

Il bollettino del 7 gennaio dopo l'analisi di 8572 tamponi. In Sicilia sopra quota 1.200 il numero dei ricoveri ordinari, le terapie intensive sfiorano 200. Sono 36 le vittime

Foto: Ansa

Resta alto il numero di nuovi contagi e il relativo tasso di positività in Sicilia. E' il dato che emerge dal bollettino ministeriale del 7 gennaio, aggiornato dopo l'analisi di 8572 tamponi.  Nell'isola, sono stati individuati 1.435 nuovi casi su 8.572 tamponi processati (16,7% contro il 17,3 di ieri, il più alto d'Italia). Sull'Isola si registrano altre 36 vittime, mentre continua a risalire la pressione sugli ospedali. I ricoveri ordinari diventano 1228 (+38 rispetto a ieri), mentre le terapie intensive salgono a 196 (+2) con 17 nuovi ingressi. E' ovviamente troppo presto per vedere gli effetti del vaccino, che in nell'ipotesi più ottimistica si dovrebbero iniziare a percepire almeno tra un mese (quantomeno sul fronte ospedaliero). Gli attuali positivi diventano 38.705 (+966), i guariti sono 433.

Palermo la provincia dell'Isola dove si registrano più contagi: 474. Poi c'è Catania (413), Messina (362), Caltanissetta (89), Ragusa (40), Enna (21), Siracusa (22), Agrigento: 4.147 (9), Trapani (5).

A Messina sono tre i decessi registrati nelle ultime 24 ore. Si tratta di una donna di 74 anni morta al Policlinico, una donna di 70 anni al Papardo e un uomo di 78 al Cutroni Zodda di Barcellona Pozzo di Gotto.

Questo l’attuale quadro dei ricoveri: Policlinico 76 (16 rianimazione), Papardo 41 (9 rianimazione), Barcellona 31

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: tutta la Sicilia sarà "zona rossa", 380 casi a Messina e 3 decessi

  • Messina zona rossa, dietrofront del sindaco: “Revoco l'ordinanza, nessuna collaborazione sui rifiuti speciali”

  • Zona rossa alla De Luca dal 18 al 28 gennaio, la nuova ordinanza: sospeso l'asporto e chiuse le scuole

  • Messina zona rossa, da venerdì ulteriori restrizioni per negozi e servizi

  • "L'ordinanza non sarà modificata", la Musolino risponde anche su barbieri e mercati che rischiano sanzioni

  • Insulti su fb per il cacciatore morto, Rizzo: "Troppa cattiveria, siamo vicini alla famiglia"

Torna su
MessinaToday è in caricamento