Coronavirus, salgono di 125 i contagi in Sicilia: 5 nel Messinese

I dati del bollettino ministeriale del 24 settembre. Cresce la percentuale di positivi: 2,4% su 5169 tamponi analizzati. Anche oggi c'è un'altra vittima, si tratta di una novantenne di Salemi

Foto: Ansa

Torna a salire il numero di positivi al coronavirus in Sicilia. Se gli ultimi giorni avevano illuso su un possibile rallentamento dei contagi in Sicilia, oggi i 125 nuovi casi in più su 5.169 tamponi (2,41% la percentuale dei positivi) allontanano queste speranze. C'è anche una nuova vittima, la 304esima sull'Isola dall'inizio della pandemia: si tratta di una novantenne di Salemi ospite in una casa di riposo. La buona notizia è che ci sono anche i guariti: oggi altri 75 (3.594 il totale). Dunque il conto degli attuali positivi sale di 49 unità, attestandosi a 2.461: la maggior parte di questi (quasi il 90%) si trovano in isolamento domiciliare.

Pochi in più rispetto a ieri i ricoveri in ospedale (7), che portano il totale a 237. Stabili le terapie intensive, che restano 16. Sui nuovi contagi la Regione comunica che due sono migranti dell'hotspot a Lampedusa. E che vengono "assegnati" a Palermo come da prassi. Palermo che resta anche oggi la provincia dove il virus circola maggiormente con un +54. Poi Catania con 31, Trapani 17, Messina 6, Agrigento e Caltanissetta 5, Siracusa 3 ed Enna 2. 

La situazione nel resto d'Italia

Il nuovo bollettino Coronavirus del Ministero della Salute di oggi giovedì 24 settembre 2020 conferma il trend in costante aumento del numero dei nuovi casi di positività al Sars-Cov-2. Sono infatti 1.786 i nuovi casi a fronte di un nuovo record di tamponi 108.019 (5 mila in più rispetto a ieri). 23 i nuovi decessi, mentre aumentano ricoveri (+73) e pazienti critici (+2). Tre le regioni sopra quota 200 casi (Veneto, Lombardia e Lazio), 195 i casi in Campania.

L'ultimo bollettino coronavirus pubblicato ieri mercoledì 23 settembre registrava 1.640 nuovi contagi ma con il record di tamponi somministrati che superano la soglia dei 100mila. Purtroppo si registrano anche 20 decessi (+6). Oltre 2.650 ipazienti ricoverati con sintomi (+54) e 244 in terapia intensiva (+5). Sono in isolamento domiciliare 43.212 pazienti (+566). La regione che registrava più contagi è la Campania (248), seguita da Lombardia (196) e Lazio (195). Sempre nel Lazio il numero dei pazienti in terapia intensiva è triplicato nelle ultime due settimane e i nuovi casi continuano ad aumentare molto più che nel resto del Paese.

Totale casi: 304.323 (+1.786)
Attualmente positivi: 46.780 (+666)
Ricoverati: 2.731 (+73)
Ricoverati in Terapia Intensiva: 246 (+2)
Deceduti: 35.781 (+23)
Tamponi: 108.019

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Militari con i manganelli per dare la “caccia” al coronavirus, paura e tensione fra i bimbi della scuola Pietro Donato

  • Getta i rifiuti fuori orario e prende a pugni un vigile urbano: denunciato comandante degli aliscafi

  • Smart working, De Luca in tv al ministro Dadone: “Non ha idea di quello che sta succedendo nei comuni”

  • Caronia, nuovi indizi dai legali: sempre più dubbi sulla caduta di Viviana dal traliccio

  • Positivo al coronavirus ma va in palestra, indagini in corso della polizia municipale

  • Grave incidente in autostrada vicino lo svincolo di Messina centro, due feriti al Policlinico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento