rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca

Coronavirus, ancora due morti: dodici i ricoverati in rianimazione

Si tratta di due anziani deceduti al Policlinico: una donna di Gualtieri Sicaminò e un messinese. I dati dei contagi in crescita in tutta Italia dove per molte regioni è prevista la zona gialla dopo le feste, ma non per la Sicilia

Anora due morti per il Covid. Lo comunica l'ufficio per l'emergenza. Si tratta di due anziani deceduti al Policlinico: una donna di Gualtieri Sicaminò, 93 anni e un uomo di Messina, 83 anni (entrambi, non vaccinati, sono deceduti ieri). Settandue i posti letto occupati negli ospedali di città e provincia: al Policlinico 36 (di cui 10 in Rianimazione), al Papardo 22 (di cui 2 in Rianimazione), a Barcellona Pozzo di Gotto 6 e otto all'Irccs Piemonte.

Secondo i dati del ministero della Sanità i casi covid sono in graduale aumento in tutta Italia. La quarta ondata è iniziata con l'autunno e seppure con un incremento graduale molto minore rispetto al vero e proprio tsunami che ha travolto i paesi dell'Est Europa prima e Germania e Regno Unito poi, i nuovi contagi giornalieri hanno sfondato ieri il muro di 20mila nuovi casi anche in Italia dove da lunedì saranno tre i territori in zona gialla con la regione Calabria che si aggiungerà a Friuli Venezia Giulia e alla provincia di Bolzano.Alcune regioni rischiano la zona gialla già prima di Natale con maggiori restrizioni già dal 20 dicembre. Tra queste comunque non c'è la Sicilia. Ricordiamo che l'area gialla scatta con il 10% di occupazione delle terapie intensive e il 15% negli altri reparti ospedalieri non in area critica: solo Molise, Basilicata, Campania e Sicilia hanno una alta probabilità di restare in zona bianca mentre il resto d'Italia dopo la Befana sembra destinata all'area gialla.

Prosegue intanto spedita la campagna di vaccinazione. Per le terze dosi ma c'è anche un aumento per le prime somministrazioni dopo le nuove disposizioni per il supergreen pass. A Messina e provincia ieri sono state dieci le sanzioni sanzionate per mancato rispetto della normativa vigente su 1320 persone controllate mentre 11 sono state le multe per chi non ha usato dispositivi di protezione individuale come le mascherine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, ancora due morti: dodici i ricoverati in rianimazione

MessinaToday è in caricamento