Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca Gravitelli / contrada Casazza

Coronavirus, Cisl: "Due i positivi al Neurolesi, comportamento altamente lesivo dell'azienda"

La nota interna inviata alla direzione sanitaria. Secondo il sindacato la struttura sanitaria avrebbe mascherato la diffusione del virus. "Ferie forzate invece di tamponi e quarantena"

Secondo la Fp Cisl sono due i casi accertati di coronavirus all'interno dell'Ircss-Neurolesi. Al paziente, ricoverato da settimane, si sarebbe aggiunto un altro soggetto risultato positivo. 

Lo ha reso noto il sindacato in una nota interna indirizzata ieri all'azienda sanitaria ritenuta responsabile di un "comportamento altamente lesivo ai danni dell'incolumità dei lavori, dei pazienti e della collettività".

Accuse gravi che Fp Cisl indirizza al Neurolesi chiedendo "di provvedere con la massima urgenza ad effettuare i tamponi ai dipendenti e a tutti in pazienti venuti probabilmente in contatto con i due soggetti risultati positivi nei reparti Robotica e Cga 3".

Secondo il sindacato, l'azienda sanitaria "anziché ricorrere alle forme di tutela previste dalla vigente normativa, si è verosimilmente teso a mascherare la diffusione pandemica da Covid-19, mettendo in ferie forzate tutto il personale venutone a contatto, anzichè ricorrere alla necessaria quarantena, in osservanza del Dpcm dell'otto marzo 2020. Tale condotta appare immorale, nei confronti di tutti gli operatori che nel caso in cui contraessero la patologia o dovessero loro malgrado diffonderla ai loro cari ed all’ intera cittadinanza, non potrebbero intervenire neanche ai fini del corretto riconoscimento delle tutele legali e della eventuale malattia professionale, oltre al fatto che violerebbe gravemente le misure governative atte al contenimento del virus".

Caso di coronavirus al Neurolesi, la Uil: “Tamponi subito a tutti e quarantene”

"Pertanto - prosegue la nota - si diffidano le SS.LL. a revocare con effetto immediato le ferie d’ufficio, peraltro sospese in maniera imperativa fianco all’ultimo D.L del 17 marzo 2020 al personale del ruolo sanitario, effettuando urgentemente i necessari tamponi a tutti i lavoratori e a tutti i pazienti che sono venuti con soggetti terzi risultati positivi al coronavirus. Si diffidano altresì le SS.LL a denunciare l’avvenuta contaminazione da Covid-19 alle competenti autorità giudiziarie, predisponendo sin da subito, la prevista quarantena dei lavoratori e dei cittadini /utenti coinvolti, provvedendo a denunciare inoltre  coloro i quali consapevolmente non si sono posti in auto isolamento, attentando in tal modo alla salute pubblica.

"Il presente atto riveste carattere d’urgenza ed intende tutelare tutti i lavoratori iscritti e non alla propria organizzazione sindacale che certamente non indugerà ad attivare le procedure di legge nei confronti di coloro che la trasgrediranno, oltretutto, parrebbe dalle circostanze,  in piena scienza e biasimevole coscienza professionale".

Sulla vicenda la direzione dell'Ircss-Neurolesi contattata da Messina Today ha preferito non rispondere. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Cisl: "Due i positivi al Neurolesi, comportamento altamente lesivo dell'azienda"

MessinaToday è in caricamento