Cronaca

Coronavirus, il diktat del governo: "Stop alle discoteche"

La decisione dopo una riunione con le Regioni. Obbligo di indossare le mascherine dalle 18 alle 6 del mattino anche all'aperto, dove non possa essere garantito il distanziamento sociale

L'estate 2020 si concluderà con le piste da ballo desolatamente vuote e le consolle dei deejay spente. Il Governo, al termine di una riunione in videoconferenza con i rappresentantio delle Regioni, ha deciso la chiusura delle discoteche da oggi su tutto il territorio nazionale. Lo stop alla luce dell'aumento di casi di Covid, legati anche alla movida. Niente deroghe da parte delle Regioni: il provvedimento riguarda tutto lo Stivale senza eccezioni. Il governo, secondo quanto si apprende, stanzierà dei fondi a sostegno delle attività interessate.  

Scatta poi l'obbligo di indossare le mascherine dalle 18 alle 6 del mattino nei luoghi e locali aperti al pubblico e dove è più facile che si creino assembramenti.

L'ordinanza del ministro Speranza


"E' fatto obbligo dalle ore 18.00 alle ore 06.00 sull’intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie) ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale; sono sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il diktat del governo: "Stop alle discoteche"

MessinaToday è in caricamento