Coronavirus, due Drive In per i tamponi e aumento delle sedi Usca: la zona ionica si organizza per ridurre i contagi

In una riunione tra sindaci e vertici dell'Asp stabilito cosa sarà fatto in tempi rapidi per venire incontro alle esigenze dei cittadini del comprensorio

L'incontro tra i sindaci della zona ionica e i vertici dell'Asp

Cosa succederà nella zona ionica per prevenire i contagi da coronavirus? L'Asp ha iniziato gli incontri con i sindaci dell'Area Metropolitana. "Credo sia fondamentale mettere in comune tutte le risorse disponibili tra le istituzioni, raggruppate per distretto di appartenenza ai fini di ottimizzare gli interventi; ringrazio tutti i sindaci che immediatamente hanno aderito all'invito, aiutandoci a focalizzare meglio le istanze dei cittadini e le necessità dei propri territori" - ha dichiarato il direttore generale Paolo La Paglia. I sindaci di Santa Teresa Riva Lo Giudice, Mandanici, Briguglio, e Alì Terme, Giaquinta, hanno parlato anche al neodirettore sanitario Alagna e al responsabile Covid Crisiscelli dei problemi del comprensorio.

Dalla prossima settimana nella zona jonica ci saranno due punti Drive through  organizzati tramite Usca dove sarà possibile effettuare i tamponi a coloro i quali sono entrati in contatto con positivi e nello specifico il martedì a Santa Teresa di Riva e il venerdì a Roccalumera. Saranno potenziate le attuali sedi Usca che passeranno da 13 a 32 in tutta la provincia di Messina e nella zona jonica avranno sede a Santa Teresa di Riva e Roccalumera, dando priorità ai tamponi inerenti le scuole. Verrà individuato un responsabile di zona con il quale avremo la possibilità di confronto per ottimizzare le comunicazioni. "Si cercherà - ha affermato Lo Giudice - di accelerare le comunicazione in relazione ai referti oltre che alle comunicazioni di coloro i quali guariscono, cosa che attualmente non avviene, sicuramente il confronto non solo è assolutamente positivo,ma conferma più che mai che da parte nostra c’è l’assoluta volontà di collaborare con Asp al fine di migliorare l’assistenza alla popolazione in un momento così difficile. Ringraziamo i vertici di Asp per aver accolto le nostre richieste, che speriamo adesso vengano messe in pratica nel più breve tempo possibile". 

Gli incontri dell'Asp proseguiranno negli altri comprensori della provincia tirrenica. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Atm, dipendenti in malattia pedinati da un detective privato

  • Tensione alla Mazzini Gallo, genitori si fiondano dalla dirigente pretendendo il certificato medico di un bimbo

  • Trovato morto il sub disperso a Maregrosso, il cadavere recuperato dalla Capitaneria di Porto

  • Famiglia in isolamento da settimane per il padre positivo al Covid: "Lasceremo casa se i ritardi proseguiranno"

  • I Pooh e il concerto non previsto in cartellone, Torre Faro "svegliata" a notte fonda per l'evento musicale dell'anno

  • Respirava grazie a una presa d'aria collegata alla terrazza, le ultime ore da latitante di Giovanni De Luca

Torna su
MessinaToday è in caricamento