Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Minacce al consigliere Russo, il sindaco prima lo addita poi avverte: “Nessuno è autorizzato a insultare”

Il primo cittadino ammonisce i "leoni da tastiera" autori di commenti ingiuriosi e intimidatori. Intanto Russo ha informato la Digos su quanto avvenuto. Avviate delle indagini

"No siete legittimati a insultare". Risponde così il sindaco Cateno De Luca ai "leoni da tastiera" che nelle ultime ore hanno minacciato via Facebook il consigliere comunale Alessandro Russo.

L'esponente di LiberaME è stato infatti raggiunto da gravi attacchi e insulti sui social dopo un commento, dai toni comunque rispettosi, verso le attiivtà dell'amministrazione comunale e verso gli eccessi mediatici del primo cittadino che hanno portato alla denuncia per vilipendio alla Repubblica Italiana.

Dal "decreto porcheria" alla "repubblica delle banane": gli eccessi di De Luca che hanno portato al vilipendio

Intanto,  Russo ha informato la Digos che avvierà le relative indagini per risalire ai responsabili, spesso celati da profili falsi.

Il primo cittadino ha stigmatizzato quanto accaduto, ma si è anche detto preoccupato dalle possibili strumentalizzazioni. "Non ringrazio - ha detto De Luca - chi manifesta la propria idea in modo eccessivo. Non serve così come non servono posizioni in radicale opposizione alla linea concreata che stiamo portando avanti. Si creano strumentalizzazioni da un lato e presunte vittime dall'altro, poi magari uno si dà uno schiaffo da solo e incolpa gli altri".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce al consigliere Russo, il sindaco prima lo addita poi avverte: “Nessuno è autorizzato a insultare”

MessinaToday è in caricamento