Cronaca

Coronavirus, addio al medico messinese Tanya Trimarchi: al fianco dei contagiati fino all'ultimo giorno

Stroncata dal Covid-19 la 57enne originaria di Santa Teresa di Riva. La donna lavorava da anni all'ospedale di Trento. E' deceduta dopo alcuni giorni in terapia intensiva

L'ospedale Santa Chiara di Trento

Grande dolore e commozione a Santa Teresa di Riva per la morte di Tanya Trimarchi, medico in servizio da anni all'ospedale "Santa Chiara" di Trento. 

La donna, 57 anni e originaria del comune jonico, è stata stroncata dal coronavirus dopo aver onorato il suo lavoro fino all'ultimo momento, prestando le cure anche a chi era stato contagiato dal virus. Le sue condizioni si sono aggravate dopo alcuni giorni trascorsi in terapia intensiva. 

Trimarchi tornava a spesso a Santa Teresa di Riva, dove era molto conosciuta e stimata, per trovare amici e familiari. 

Lavorava in Trentino da diversi anni. La notizia della scomparsa è stata data da Cisl medici verso le 21 di lunedì 30 marzo. Il sindacato ha accusato i vertici provinciali di non aver rivolto alla collega alcuna parola di ricordo nella consueta conferenza stampa di aggiornamento, che si tiene ogni giorno nel tardo pomeriggio, dall'inizio dell'emergenza.

Morta anche una guardia medica

Il messaggio di cordoglio, da parte della Provincia, è arrivato in tarda serata, verso le 23: "È una notizia che giunge improvvisa e lascia un dolore profondo - ha scritto l'assessore provinciale Stefania Segnana - Sappiamo quanto sia importante il sacrificio che tutto il personale sanitario trentino sta facendo per fronteggiare l'emergenza, ma il decesso di una giovane professionista è un colpo durissimo che colpisce non solo i suoi affetti più stretti ai quali vanno le nostre condoglianze, ma il sentimento di tutta la nostra comunità".

Anche il sindaco di Santa Teresa di Riva, Danilo Lo Giudice, ha voluto esprimere cordoglio: “A nome mio e di tutta la comunità santa teresina ci stringiamo al cordoglio della famiglia Trimarchi per la scomparsa della dottoressa Tanya. In questa emergenza il maledetto virus ha travolto anche lei a Trento presso l’ospedale Santa Chiara, dove svolgeva la sua professione per tentare di salvare delle vite umane. Una donna straordinaria, che ha sacrificato la sua vita nel tentativo di dare aiuto al prossimo. Un esempio di vita per tutti noi, che ci fa riflettere e che ci stringe forti in un coro unanime di ringraziamento per quanti operano in prima linea nei nostri ospedali.

articolo aggiornato il 31 marzo alle 9.30 // aggiunto cordoglio Provincia e sindaco Santa Teresa di Riva

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, addio al medico messinese Tanya Trimarchi: al fianco dei contagiati fino all'ultimo giorno

MessinaToday è in caricamento