Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Musumeci pensa di chiudere tutta la Sicilia: "Paghiamo le conseguenze di Pasqua e Pasquetta"

Così il governatore: "Ciò che abbiamo registrato nel capoluogo e nella sua provincia vale anche per il resto dell'Isola, abbiamo un Rt di 1,22, il massimo è 1,25. Non nascondiamo morti e guariti, il mio governo accerchiato da sciacalli e iene"

"Quello che mi preoccupa è la Sicilia. Quello che abbiamo registrato in provincia di Palermo vale anche per il resto dell'Isola: abbiamo un Rt di 1,22, il massimo è 1,25. E' facile pensare che se la soluzione adottata per Palermo e provincia dovesse estendersi ad altre due o tre zone della Sicilia, saremo costretti a chiudere". A parlare è il presidente della Regione Nello Musumeci, durante la conferenza stampa sui contagi e la campagna vaccinale in Sicilia, che si è tenuta oggi a Catania.

Per Musumeci, è in atto "una ignobile campagna di denigrazione messa in piedi dall'opposizione alla ricerca di credibilità perduta". Il governatore ha parlato di "tanti sciacalli e iene che accerchiano il mio governo" riferendosi alle richieste di Pd e M5s che chiedono le sue dimissioni dopo l'inchiesta di Trapani ora in mano alla Procura di Palermo sui presunti dati taroccati trasmessi all'Iss, il collasso della maggioranza sulla finanziaria regionale e l'aumento dei contagi in Sicilia con la disposizione di numerose zone rosse (l'intera provincia di Palermo).

Quindi, riferendosi ai 258 morti per Covid e ai 6.000 guariti ricalcolati ieri e che hanno scatenato polemiche, Musumeci ha aggiunto: "L'esecutivo non vuole nascondere né i morti, né i guariti. Noi sappiamo essere falchi e colombe, ma in questo caso non vogliamo essere né l'uno e né l'altro: i siciliani devono sapere che al governo c'è gente perbene".

Musumeci ha proseguito così su Palermo e provincia zona rossa: "Verrebbe da sorridere se non fosse una tragedia. Prima il Pd mi ha accusato di non volere aprile la Sicilia, poi di non volerla chiudere. Oggi stiamo pagando le conseguenze di Pasqua e Pasquetta con un tasso particolarmente alto in Sicilia Occidentale. La scelta di Palermo non poteva essere assolutamente rinviabile. Ma come si fa in questo momento a pensare al consenso? Non si può fare morire la gente senza scrupoli e senza senso di responsabilità. C'è una sola soluzione, fare raggiungere l'immunità e vaccinare i siciliani".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musumeci pensa di chiudere tutta la Sicilia: "Paghiamo le conseguenze di Pasqua e Pasquetta"

MessinaToday è in caricamento