Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Coronavirus, Neurolesi chiuso da fine marzo: non c'è una data di riapertura

Ancora un sollecito dalla Uil Fpl per il Centro di contrada Casazza dove le porte sono barrate da un mese per i casi di Covid

Resta ancora chiuso il Centro Neurolesi dopo i casi positivi al Covid registrati a fine marzo che avevano determinato lo stop. Dopo esposti e richieste arriva un nuovo sollecito dalla Uil Fpl ai manager di contrada Casazza: "E’ sconcertante che dopo oltre un mese dalla chiusura la struttura sanitaria non sia stata ancora riattivata, quando invece in altre città del nord Italia in pochissimi giorni si sono realizzati veri e propri Ospedali di emergenza - scrivono in una nota indirizzata al direttore generale dell'Ircss-Neurolesi, il segretario generale della Uil-Fpl Messina, Pippo Calapai, e i segretari aziendali Maurizio Celona (Piemonte) e Nino Nunnari (Irccs-Neurolesi) - tale struttura sanitaria di neuroriabilitazione diventata punto di riferimento, non solo della Sicilia, attraverso l’apertura di numerose Stroke Unit, ma addirittura dell’Italia meridionale non può assolutamente rimanere ancora chiusa, tale chiusura, cosiddetta 'temporanea' - proseguono i sindacalisti - , a parere della scrivente sta apparendo invece quasi definitiva, con fortissimi disagi, non solo ad una utenza particolarmente fragile, bisognevole di cure ultra specialistiche di neuroriabilitazione, ma anche ai numerosi lavoratori, che ormai da parecchio tempo, in maniera forzata sono stati obbligati ad allontanarsi dal luogo di lavoro con fortissime penalizzazioni dal punto di vista economico.

La Uil-Fpl di Messina non ci sta e chiede che si faccia finalmente chiarezza sul destino di tantissimi lavoratori penalizzati dal lungo ed inaccettabile stop della struttura sanitaria". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Neurolesi chiuso da fine marzo: non c'è una data di riapertura

MessinaToday è in caricamento