Cronaca

Coronavirus, negativi anche i secondi tamponi al personale del Papardo

Dopo la notizia del medico risultato positivo al Covid erano stati ripetuti i test a circa 100 persone tra medici, infermieri e pazienti venuti a contatto con il sanitario

L'ospedale Papardo

Anche i secondi tamponi al personale dell'ospedale Papardo sono risultati negativi. Si tratta di circa cento test a medici, infermieri e pazienti del nosocomio dopo la notizia che un medico era affetto da covid. Gli esami sono stati ripetuti per precauzione, i primi erano tutti risultati negativi. Secondo quanto disposto dopo il primo test era stato deciso di sottoporre a secondi controlli tutti coloro che erano venuti a contatto con il sanitario affetto dal coronavirus, le sue condizioni sono comunque buone e il caso non desta particolari preoccupazioni. La direzione dell'ospedale aveva immediatamente avviato la sanificazione dei locali di Medicina Interna e tutti i controlli del caso sulle persone che hanno rischiato il contagio. 

Ospedale Papardo, medico positivo al Covid 19 

L'Asp scrive che su disposizioni dell’assessorato regionale della Salute sono state diramate le nuove direttiva in tema di alleggerimento della quarantena da covid-19, in particolare, rende noto in premessa l’assessorato, al fine di poter avviare in concreto una nuova fase di convivenza col virus - cosiddetta Fase due - si rende necessario un nuovo protocollo sanitario. Seguendo le direttive, sono chiamati ad effettuare gli screening per tramite di test sierologici quantitativi sulle categorie elencate nel decreto e, quindi, medici e personale delle strutture pubbliche e private - non soltanto Covid-Hospital. Questo bacino viene definito “il più esposto e a maggiore rischio di complicazioni a seguito del contatto con il virus” in riferimento soprattutto alle RSA/CTA, ai pazienti anziani e con patologie pregresse, sulle quali la disposizione assessoriale entra nel merito. L’Azienda Ospedaliera Papardo, direttamente interessata da queste nuove misure, ha quindi
avviato l’attività di screening interna all’Ospedale coinvolgendo medici e personale sanitario, sfruttando i laboratori interni dell’Azienda stessa. Il primo passaggio è stato fatto coinvolgendo nello screening il personale dell’Unità Operativa di Oncologia. Le attività proseguiranno secondo il cronoprogramma stabilito dal Direttore Sanitario dell’Azienda, Giuseppe Ranieri Trimarchi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, negativi anche i secondi tamponi al personale del Papardo

MessinaToday è in caricamento