menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il dipartimento comunale Cimiteri

Il dipartimento comunale Cimiteri

Coronavirus, salgono a dieci i casi all'ufficio Cimiteri: Giordano insiste sull'isolamento dei negativi venuti a contatto

Per il sindacalista e responsabile della sicurezza lavoratori il focolaio rischia di trasformarsi in incendio doloso. La replica dell'assessore Minutoli

Salgono a dieci i casi covid accertati negli uffici del dipartimento comunale Cimiteri. Torna sul caso il responsabile della sicurezza dei lavoratori Tanino Giordano che sottolinea come coloro che sono venuti in contatto con i positivi andava posto in quarantena. "Il focolaio rischia di diventare incendio doloso - commenta il sindacalista - pare superfluo evidenziare che ci siano delle responsabilità non indifferenti che vanno ricercate nella mancata tempestività di agire nell immediatezza per porre il isolamento fiduciario i casi positivi ed in quarantena obbligatoria coloro che erano stati a stretto contatto e che invece a tutti oggi lavorano regolarmente mettendo a serio rischio e pericolo la loro salute e quella dell intera collettività".

Sul focolaio al dipartimento cimiteri l'assessore Massimo Minutoli aveva replicato ieri così:  “La questione dei contagi di unità di personale in servizio agli uffici cimiteriali, è un caso che poteva verificarsi in qualsiasi altra sede di uffici comunali in quanto – evidenzia Minutoli – in questo particolare momento di evoluzione del virus, laddove non vengano adottate le misure di prevenzione da contagio Covid-19, è molto semplice contrarlo. Il virus è ovunque e per isolarlo bisogna rispettare le norme comportamentali ed utilizzare le mascherine, il gel sanificante e, ove necessario, anche i guanti. Questi materiali vengono puntualmente distribuiti dalla Protezione Civile Comunale, alla quale ogni dirigente, come indicato nella direttiva Assessoriale e del dirigente dell’Organismo di Staff, dovrà rivolgersi per richiedere il reintegro e, per una maggiore attenzione, è stato altresì richiesto ai dirigenti di individuare un responsabile per il ritiro e la distribuzione dei dispositivi. La tempestività c’è stata, così come l’attenzione al rispetto delle norme è confermata dal proseguimento dell’immediata azione di contrasto posta in essere, in quanto verranno ripetuti i tamponi per quei soggetti risultati negativi al primo tampone rapido".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento