Cronaca Gazzi / Policlinico di Messina

Al Policlinico 32 nuovi posti in terapia intensiva grazie ai fondi della Regione

Da Palermo arrivano 2,7 milioni di euro. Si tratta di somme donate dalla Banca d'Italia e gestiti dalla protezione civile. Laganga: "Investimento importante anche la ripartenza futura"

Al Policlinico di Messina verranno garantiti 32 nuovi posti letto di terapia intensiva. A permetterlo sono i 2,7 milioni di euro che la Regione accrediterà sui conti dell'azienda ospedaliera universitaria, scelta dal governatore Musumeci non solo nell'ottica della gestione dell'emergenza Covid-19.

Si tratta di una somma donata dalla Banca d'Italia e gestite dalla Protezione Civile regionale, proveniente dal fondo per le attività di beneficenza e le iniziative di interesse pubblico.

Sono state in totale nove le regioni che hanno beneficiato dello stanziamento (del valore complessivo di 34 milioni). 

La soddisfazione del "Gaetano Martino"

"La scelta della Regione – afferma il direttore generale Giuseppe Laganga – va inquadrata in una duplice ottica. Innanzitutto, nella consapevolezza che le azioni per fronteggiare l'epidemia da coronavirus, superata una prima e immediata emergenza, dovranno ricomprendere importanti interventi strutturali di medio periodo, questo ampliamento ci permetterà di implementare la nostra organizzazione nell'ottica della ripresa di quelle prestazioni sanitarie che non riguarderanno solo l'emergenza e urgenza. Il passaggio alla fase 2 che segnerà un primo passo del ritorno alla normalità, segnerà anche la necessità di una fase 2 per la sanità: ci attendiamo, infatti, che il flusso di utenza torni a crescere e dovremo essere pronti, ancor di più, a gestire parallelamente servizi Covid e no-Covid, in particolare in un presidio come il Policlinico che, da Hub di II livello, costituisce un indispensabile riferimento per il territorio. Inoltre, in ottica futura, anche questo supporto costituisce la riprova della necessità di ridisegnare la strategia delle reti sanitarie e potenziare la loro capacità di reggere, come sta avvenendo in questo caso, anche le emergenze più gravi. Non posso che ringraziare, a titolo personale e a nome dell'Azienda che ho l'onore di rappresentare, la Banca d'Italia e la Regione Siciliana per la fiducia che hanno riposto nel Policlinico universitario di Messina".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Policlinico 32 nuovi posti in terapia intensiva grazie ai fondi della Regione

MessinaToday è in caricamento