Cronaca San Marco D'Alunzio

Coronavirus, cinque lungodegenti e tre operatori positivi alla residenza aluntina di San Marco d'Alunzio

Il sindaco Dino Castrovinci ha sottolineato che tre dipendenti sono in quarantena all'interno della struttura, il Centro di via Farinata era in isolamento dal 25 marzo dopo il trasferimento di una paziente all'ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto

Saranno eseguiti tamponi a tutto il restante personale e agli ospiti. Occhi puntati sulla "Residenza Aluntina a San Marco d'Alunzio dove il sindaco Dino Castrovinci ha reso noto che sono otto i casi positivi, cinque lungodegenti, e tre operatori sanitari anche loro posti in quarantena all'interno della struttura dei Nebrodi. Come spiegato dal primo cittadino il Centro è quello di via Farinata che non è Rsa. "Massima solidarietà - ha affermato il sindaco - siamo tutti in emergenza, restate a casa". Castrovinci ha ricordato che dopo il risultato del tampone eseguito sulla degente trasferita il 22 marzo all’ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto la struttura era stata posta in isolamento il 25 marzo. Tutti gli operatori venuti a contatto con la degente, la cui positività al Covid-19 era stata acclarata, sono stati posti in isolamento presso la struttura di via Farinata o presso la propria abitazione, dove hanno obbligo di rimanere fino al termine del periodo di quarantena disposto dall’Asp, osservando le norme di comportamento raccomandate. Per la positività di alcuni dei soggetti già in isolamento, ai medici di base ed all’Asp spetterà di ricostruire la rete di relazioni di ciascuno di essi in modo da attivare i protocolli di contenimento della diffusione del Covid-19.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, cinque lungodegenti e tre operatori positivi alla residenza aluntina di San Marco d'Alunzio

MessinaToday è in caricamento