Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Coronavirus, morta una donna di Itala e nuova impennata di ricoveri: il bollettino dell'Ufficio Covid

Continua a salire il numero di posti letto occupati nel messinese. Intanto il presidente della Regione premia i comuni in cui aumenta l'immunizzazione con una ordinanza che riapre ristoranti e bar. Le iniziative in campo per incrementare la campagna

Ancora in aumento il numero di ricoveri nel messinese. Secondo quanto riferito dall'Ufficio per l'emergenza covid sono 102 le persone attualmente ricoverate. Si tratta di 55 al Policlinico di cui 12 in rianimazione, 29 al Papardo di cui 4 in rianimazione, 6 al Piemonte e 12 al Cutroni Zodda. Un decesso oggi all'ospedale Policlinico. Si tratta di una donna di 73 anni di Itala che non risultava vaccinata. 

Intanto, per alleggerire su ricoveri e contagi l'assessore Ruggero Razza ha lanciato un nuovo appello alla vaccinazione mentre l'Ufficio per l'emergenza Covid ha avviato una serie di iniziative, compresi gli sconti per chi si sottopone alle somministrazioni, per raggiungere almeno la soglia del 70 per cento di immunizzati. Anche il presidente della Regione Nello Musumeci allenta le misure restrittive dove aumentano le vaccinazioni.

Vaccini a scuola e sconti a chi si immunizza, l'Ufficio Covid prova ad invertire la rotta con l'operazione Freedom & Safety

L’aumento, in pochi giorni, delle vaccinazioni nei quattro Comuni “zona arancione” consente da domani (primo settembre) un alleggerimento di alcune delle restrizioni. A Comiso e Vittoria (nel Ragusano), Barrafranca (nell’Ennese) e Niscemi (in provincia di Caltanissetta) sarà infatti consentita l’attività di ristorazione e somministrazione di alimenti e bevande, pur mantenendo il limite massimo di quattro persone al tavolo (limite che non vale per i conviventi) e l’obbligo di green pass per i locali al chiuso.
 
Lo prevede un’ordinanza del presidente della Regione Nello Musumeci, appena firmata. "Tenuto conto che nei quattro Comuni si è raggiunto il 70 per cento delle prime dosi di vaccino – sottolinea il governatore – abbiamo ritenuto di poter allentare le misure precauzionali disposte in precedenza, per quanto sia ancora necessario uno sforzo della cittadinanza per raggiungere alte percentuali di immunizzazione. Solo se tutta la popolazione aderirà alla campagna di vaccinazione potremo arginare la diffusione del virus ed evitare nuove chiusure di attività economiche". 

Il nuovo provvedimento consente anche la vendita di cibi e bevande da asporto (oltre che il domicilio) pure ai clienti sprovvisti di certificazione verde, per i quali, comunque, permane il divieto di consumazione all’interno dei locali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, morta una donna di Itala e nuova impennata di ricoveri: il bollettino dell'Ufficio Covid

MessinaToday è in caricamento