Cronaca

Coronavirus, De Luca ci riprova: entro venerdì provvedimenti sul proseguimento dell'attività scolastica

Dopo il no in Prefettura alla chiusura, il primo cittadino attiva un numero Whatsapp per le segnalazioni. Indignate le reazioni: si rischia caccia alle streghe

Dopo il no del vertice di stamane in Prefettura, al termine del quale si è stabilito che gli istituti scolastici cittadini debbano rimanere aperti, il sindaco Cateno De Luca ha attivato un un numero per le segnalazioni Whatsapp a disposizione dei cittadini. "E' tutto a posto e nelle scuole non esiste il Covid?". Questa la domanda posta su Facebook dal primo cittadino che ha scatenato reazioni indignate di chi ritiene che la diffusione del virus e le modalità di contenimento non possano essere trattate con sondaggi tra persone prive di competenza. Potrebbe aprirsi, dunque, una nuova caccia alle streghe tra genitori, docenti e dirigenti scolastici ai quali è affidata la responsabilità della sicurezza di ogni istituto. 

Non mancano allo stesso tempo, i pareri favorevoli alla chiusura delle scuole di chi teme i rischi legati alle lezioni in presenza. Tutto questo a fronte di assembramenti, registrati in vari punti della città, che dimostrano come anche da parte di tanti genitori il problema non è il Covid, ma la scuola percepita evidentemente come inutile o pericolosa magari dagli stessi che non evitano altri comportamenti anche più rischiosi.

E proprio sui provvedimenti "anti babbiu" e sul proseguimento delle attività scolastiche, il sindaco dà appuntamento alla diretta di venerdì. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, De Luca ci riprova: entro venerdì provvedimenti sul proseguimento dell'attività scolastica

MessinaToday è in caricamento