Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Quarantena nei comuni di appartenenza, sgomberato nella notte l'Hotel Europa

Dopo la casa di riposo, “liberato” anche l'albergo. Cento persone hanno raggiunto i comuni di appartenenza per continuare l'isolamento. Intanto arriva la nuova ordinanza sull'attraversamento dello Stretto

Si chiusono due capitoli importanti dell'emergenza Coronavirus a Messina. Dopo lo sgombero ieri della casa di riposo, in nottata anche l'Hotel Europa si è svuotato. Le cento persone ospitate da due giorni dopo lo sbarco da villa San Giovanni, hanno potuto fare ritorno nei comuni di appartenenza dove continuare la quarantena. Oggi si potrà procedere con la sanificazione.

L'autorizzazione è arrivata dalla Regione che aveva anche disposto la sistemazione nell'albergo dopo il lasciapassare dalla Calabria. Ieri il sindaco aveva minacciato di occupare l'hotel che ha visto impegnati nelle varie fasi dell'arrivo e della partenza un imponente spiegamento di forze.

Sull'attraversamento dello Stretto il 30 marzo entrerà in vigore la nuova ordinanza. Quella del 24 è stata annullata per alcune modifiche di carattere tecnico. Ecco cosa dispone quella nuova.

La nuova ordinanza per l'attraversamento dello Stretto

Il sindaco Cateno De Luca ha disposto: 1) di revocare l’Ordinanza n. 75 del 24 marzo 2020.

2) Le Società che gestiscono, a qualsiasi titolo e condizione di mercato, il servizio di navigazione e trasporto passeggeri sullo Stretto di Messina e la Società Trenitalia che gestisce il servizio di trasporto su ferro, sono tenute ad utilizzare la banca dati che viene messa a disposizione da parte del Comune di Messina per il servizio di: a) Registrazione del passeggero; b) Acquisizione della dichiarazione delle motivazioni dello spostamento; c) Acquisizione della verifica della dichiarazione delle motivazioni dello spostamento da parte del Dipartimento di Protezione Civile di Messina;

3) L’emissione del titolo di viaggio è condizionata al perfezionamento della procedura di prenotazione on-line come articolata nei punti precedenti.

4) Per i passeggeri viaggiatori c.d. “pendolari dello Stretto” la procedura di registrazione e prenotazione on-line verrà eseguita solo la prima volta senza bisogno di ripetere la procedura giornalmente. Le Società che gestiscono, a qualsiasi titolo e condizione di mercato, il servizio di navigazione e trasporto passeggeri sullo Stretto di Messina e la Società Trenitalia che gestisce il servizio di trasporto su ferro sono obbligate a garantire la riserva di posti, sempre in via prioritaria, per i passeggeri che rientrano nelle previsioni normative da soddisfare, con particolare riferimento a tutti coloro che lavorano nell’area dello Stretto (Forze dell’Ordine, operatori della sanità, operatori della giustizia, Forze Armate) e sono impegnati nell’ambito dei servizi essenziali.

5) Alle Società che gestiscono, a qualsiasi titolo e condizione di mercato, il servizio di navigazione e trasporto passeggeri sullo Stretto di Messina e la Società Trenitalia che gestisce il servizio di trasporto su ferro, di dare massima diffusione attraverso i media ed i social media, delle modalità per il trasporto sopra indicate a partire da domani, sabato 28 marzo 2020.

6) I passeggeri che dovranno attraversare lo stretto, dovranno inserire le informazioni di cui al punto 2a e 2b, attraverso le app e/o il portale messo a disposizione dal Comune di Messina, nella banca dati, entro e non oltre 24 ore prima dall’orario previsto di partenza;

7) Il Dipartimento di Protezione Civile del Comune di Messina dovrà provvedere a contattare i Sindaci dei comuni della destinazione di arrivo, una volta acquisite dalla banca dati le informazioni di cui ai punti precedenti. Il sindaco avverte le Società che gestiscono, a qualsiasi titolo e condizione di mercato, il servizio di navigazione e trasporto passeggeri sullo Stretto di Messina e la Società Trenitalia che gestisce il servizio di trasporto su ferro, dovranno provvedere a dare esecuzione della presente Ordinanza entro il termine del giorno lunedì 30 marzo 2020, alle ore 21.00. La mancata osservanza degli obblighi di cui alla presente Ordinanza comporta le conseguenze sanzionatorie previste dall’art. 650 del Codice penale, se il fatto non costituisce reato più grave. La presente Ordinanza ha validità fino a nuovo provvedimento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quarantena nei comuni di appartenenza, sgomberato nella notte l'Hotel Europa

MessinaToday è in caricamento