Coronavirus, i sindaci del distretto tirrenico all'Asp: "Vogliamo una gestione più efficace"

Con capofila il Comune di Sant'Agata Militello i vertici delle amministrazioni hanno presentato un pacchetto di proposte all'azienda sanitaria provinciale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

I sindaci del distretto sanitario 31 fanno fronte comune e ribadiscono con forza all’Asp la necessità di una gestione più efficace dell’emergenza Covid sul territorio, a tutela delle comunità tutte che stanno patendo oltremodo non solo l’emergenza sanitaria ma anche notevoli disservizi legati alla tempistica dei tamponi, alle procedure di isolamento ed alla gestione scolastica. Ringrazio di cuore tutti i colleghi sindaci per l’ampia partecipazione alla conferenza stampa di oggi.. Presenteremo subito un documento unitario con le richieste all’Asp più imminenti, tra cui l’attivazione di un macchinario per il processo dei tamponi molecolari all'ospedale di Sant’Agata, a beneficio degli utenti dei comuni del distretto sanitario, con la disponibilità pressoché istantanea dei referti ai sindaci ed all’Asp, il potenziamento delle Usca, dedicate soprattutto all’assistenza di pazienti positivi e fasce più deboli, l’attivazione delle Usca scolastiche, il potenziamento del personale a servizio del dipartimento di igiene e una migliore comunicazione dei dati tra distretto e sindaci per una puntuale tracciabilità dei soggetti con positività al Covid-19. 

Torna su
MessinaToday è in caricamento