menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti non raccolti, risultati dei tamponi in ritardo ed errati: l'odissea di due sorelle durante il Covid

Il racconto delle due donne "vittime" di una gestione dell'emergenza ancora lacunosa. "Sono incinta e devo accudire due bimbi piccoli mentre la mia casa rischia di diventare una discarica"

Il balcone quasi interamente occupato dalla spazzatura e i risultati dei tamponi che tardano ad arrivare. Igea, incinta e già madre di due figli, vive così dallo scorso 30 dicembre, quando ha scoperto di essere positiva al Covid insieme al marito. Suo malgrado è diventata "vittima" di una gestione dell'emergenza che ancora presenta criticità oggettive.

Nessuno ha finora raccolto i suoi rifiuti e nessuno le ha ancora comunicato l'esito del secondo test molecolare effettuato al drive-in di San Filippo sabato scorso. "Ho dovuto rifare il tampone come da procedura - racconta la donna - pur non avendo ancora il risultato del primo, un ritardo che secondo l'operatrice Asp contattata tramite numero verde potrebbe essere legato alla smarrimento del documento. Io e mio marito restiamo nel limbo con l'impossibilità di tornare a lavoro e siamo costretti a vivere tra i rifiuti nonostante i numerosi solleciti inoltrati a partire dal 4 gennaio. L'Asp mi ha comunicato di aver a sua volta sollecitato la ditta preposta, ma finora nulla è cambiato. Sono in avanzato stato di gravidanza e devo accudire i miei due figli in tenera età, ma in questa situazione non posso andare avanti a lungo, la mia casa rischia di trasformarsi in discarica".

Ma non finisce qui. A fare i conti con i disservizi Asp c'è anche la sorella Sefora.  La giovane, lo scorso 4 gennaio si è sottoposta al tampone molecolare dopo i primi sintomi. Il risultato positivo le è stato anticipato tramite telefono, ma il certifificato, arrivato via mail pochi giorni dopo, dava invece risultato negativo riportando inoltre una data errata. Un "mistero" ancora irrisolto che costringe la protagonista della storia a rimanere in casa senza sapere come comportarsi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento