Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

L'estate più strana di sempre a Filicudi, ma si riparte con la pulizia degli antichi sentieri

Gli uomini scendono in strada a prendersi cura delle vie e dei villaggi preistorici. Entro giugno, la riapertura del pronto soccorso tartarughe marine, l’unico delle Eolie. La presidente Monica Blasi: “Danno economico notevole non potendo puntare sul turismo ma faremo di tutto per far lavorare al cento per cento le attività di supporto e tutela dell’habitat marino”

Nella più piccola delle Eolie - insieme ad Alicudi - ci si prepara all’estate più strana di sempre.

Niente turisti, tanta paura ma voglia di rinascere e prendersi cura di questo angolo di paradiso che già per il primo maggio cominciava ad accogliere turisti pronti a trasferirsi per tutta l’estate.

Da quando sono stati autorizzati i lavori agricoli e la pulizia degli orti, gli uomini di Filicudi si sono armati di attrezzi agricoli e si stanno prendendo cura delle strade dell’isola, quella dove ancora manca anche l’illuminazione pubblica regalando la sera un cielo carico di stelle.

Quando finiranno la strada asfaltata proseguirano sugli antichi sentieri in pietra che attraversano tutta l’isola.

Alcuni di questi sentieri sono stati costruiti cinquemila anni fa e sono ancora le vie battute dagli isolani e dai turisti.

Versanti scoscesi, coste rocciose, panorami mozzafiato, caratterizzano questa piccola isola formata da un gruppo di crateri tra i quali il più alto è Fossa delle Felci (773 m). Tre i borghi principali per un numero complessivo di 250 abitanti circa: Filicudi Porto, Valdichiesa e Pecorini a Mare. Dal punto di attracco dell'isola, Filicudi Porto, si può raggiungere il Villaggio Preistorico sul promontorio di Capo GrazIano, dove persistono i resti di circa 25 capanne, di forma per lo più ovale. L'insediamento risale all'età del bronzo ed è successivo ad uno sorto in riva al mare, poi spostato quassù per meglio difendersi dai possibili attacchi. Dall'alto si gode di una bella vista sulla baia, sulla cima Fossa delle Felci e su Alicudi. Per l'approccio via mare è d'obbligo una tappa all'ampia Grotta del Bue Marino. Poco lontano, in mezzo al mare, l'altissimo scoglio di origine vulcanica chiamato la Canna.

A giugno potrebbe riaprire anche il pronto soccorso tartarughe marine, l’unico delle Isole Eolie. Lo assicura Monica Blasi, presidente della Filicudi WildLife Conservation.

“Quello sarà operativo dal prossimo mese - spiega - la mia preoccupazione sarà la possibilità di avere un supporto tramite l’accoglienza dei volontari che da sempre ogni estate ci danno una mano.  Il danno economico sarà notevole non potendo puntare sulle attività turistiche ma faremo di tutto per far lavorare al cento per cento le attività di supporto, recupero e tutela dell’habitat marino”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'estate più strana di sempre a Filicudi, ma si riparte con la pulizia degli antichi sentieri

MessinaToday è in caricamento