Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Covid, sospetta variante a Castell'Umberto: si rischia la zona rossa

La preoccupazione del sindaco che ha chiuso scuole e uffici fino a mercoledì in attesa dei controlli dell'Usca che nei casi di variante fa risalire il tracciamento a 15 giorni prima. Settanta i potenziali contatti. In corso gli accertamenti di sequenziamento genetico

Enzo Lionetto Civa

Sospetta  variante al virus tiene col fiato sospeso il Comune di Castell’Umberto, dove il sindaco Enzo Lionetto Civa, che è anche medico, ha disposto la chiusura di scuole e uffici fino a mercoledì, in attesa di ulteriori approfondimenti.

Lo ha comunicato lo stesso sindaco con una diretta facebook che ha spiegato la necessità da parte delle autorità sanitarie di rifare il tracciamento di tutte le persone che hanno avuto contatti con i sue casi sospetti di variante risultati positivi.

I tracciamenti infatti nel casi di sospetta variante al coronavirus devono essere fatti risalire non all’ottavo giorno ma fino al 15esimo.

Lionetto Civa,  ha ordinato un intervento straordinario di sanificazione e disinfezione dei locali di proprietà comunale, degli edifici pubblici, delle strutture comunali di servizio compresi edifici scolastici e dei mezzi adibiti a trasporto alunni all’interno del comune e all’esterno esterno, da oggi, 1 marzo al 3 marzo.

“Rischiamo la zona rossa – ha detto il sindaco – perché un ulteriori aumento di casi sospetti di variante al virus covid2, l’Asp dovrà determinare la chiusura. Se tutto si fosse limitato a un focolaio circoscritto, la situazione era sotto controllo ma nel caso specifico quelli che hanno avuto contatti con i soggetti positivi non sono appartenenti allo stesso nucleo familiare quindi hanno avuto il contatto e poi si sono ritrovati ad avere contatti diffusi su tutto il territorio”.

Il sindaco si è raccordato con le forze dell’ordine che già erano al lavoro ed avevano alzato il livello di guardia.

La situazione a Castell’Umberto sembrava essere infatti sotto controllo. Appena cinque i casi prima che la situazione precipitasse con le comunicazioni dell’Usca e la preoccupazione della possibile variante.

Oltre 70 i potenziali contatti delle due persone risultati positivi alla sospetta variante di cui non è possibile ancora determinare il tipo. Occorrerà prima accertare se effettivamente si tratta di una variante e poi stabilire quale con avvertamenti mirati di sequenziamento genetico già in atto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, sospetta variante a Castell'Umberto: si rischia la zona rossa

MessinaToday è in caricamento