Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Coronavirus, si ritorna in zona arancione: cosa cambia

Da domani anche la Sicilia come il resto d'Italia modificherà i divieti previsti dal governo nazionale per prevenire il contagio da coronavirus. Le informazioni utili

Il premier Giuseppe Conte

Da domani tutta Italia sarà zona arancione. Cosa cambia anche a Messina prima del ritorno in zona rossa. Prima di tutto c'è da ricordare che il coprifuoco resta in vigore sia in zona rossa che in zona arancione dalle 22 alle 5 così come il divieto di assembramento e l’obbligo di mascherina al chiuso e all’aperto. Si potrà fare attività sportiva all’aperto. Per chi va all’estero tra il 21 dicembre e il 15 gennaio c’è l’obbligo, al rientro in Italia, di rimanere in quarantena per 14 giorni.  In tutta Italia tra il 24 e il 6 gennaio "è consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata, ubicata nella medesima regione, una sola volta al giorno, in un arco temporale compreso tra le 5 e le 22 e nei limiti di due persone" oltre ai figli minori di 14 anni e "le persone disabili o non autosufficienti con esse conviventi". Il divieto di spostamento non varrà anche per altre due categorie di soggetti: i volontari e coloro che vogliono andare a messa o in un qualunque luogo di culto.  Nei giorni in arancione - 28, 29 e 30 dicembre e 4 gennaio - si potrà invece circolare liberamente nel proprio comune e i negozi saranno aperti, mentre per mangiare al ristorante o prendere un caffè al bar bisognerà attendere il 7 gennaio.  

Nella zona arancione:

ci si può muovere all'interno del proprio comune e tutti i negozi, tranne bar e ristoranti, sono aperti; potranno aprire gli esercizi commerciali di qualsiasi tipo, con orari continuati e allungati fino alle 21 per evitare che, soprattutto nei primi giorni della prossima settimana, si creino assembramenti; Nella zona arancione quindi l'autocertificazione deve essere compilata in caso di spostamenti al di fuori del proprio comune o della propria regione per ragioni di necessità e urgenza, lavoro o salute. Deve essere compilata anche se ci si sta spostando all'interno del proprio comune nelle ore del coprifuoco. E il governo ha inoltre chiarito nelle faq pubblicate da Palazzo Chigi che il rientro a casa "dopo essere andati a trovare amici o parenti deve sempre avvenire tra le 5.00 e le 22.00 (il 1° gennaio 2021 tra le 7.00 e le 22.00), sia nei giorni “rossi” che in quelli “arancioni”. I motivi che giustificano gli spostamenti tra le 22.00 e le 5.00 restano esclusivamente quelli di lavoro, necessità o salute". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, si ritorna in zona arancione: cosa cambia

MessinaToday è in caricamento