rotate-mobile
Cronaca

La Corte dei conti sospende giudizio parifica sul rendiconto Sicilia, Schifani: "Sentenza incomprensibile"

Il presidente commenta la decisione: "La Regione continuerà ad essere impegnata nel percorso già intrapreso di risanamento della finanza pubblica, ricordato oggi dallo stesso organo di controllo"

Il collegio della sezione di controllo della Corte Conti, accogliendo la richiesta della Procura generale, ha sospeso il giudizio di parificazione del rendiconto della Regione siciliana per il 2021, rinviando alla sentenza della Corte Costituzionale che deve ancora pronunciarsi sui tempi della spalmatura del disavanzo del 2018, tre anni secondo i giudici contabili, 8 anni secondo il governo Schifani forte della legge dello Stato approvata l'anno scorso.

"La sentenza odierna, relativa al rendiconto del 2021, seppur incomprensibile e non condivisibile, è priva di effetti finanziari e infondata sotto il profilo giuridico - è il commento del presidente della Regione Renato Schifani - La sospensione della parifica, a causa della pendenza di un giudizio di costituzionalità, in ordine all’articolo 7 del decreto legislativo 158 del 2019, appare poco coniugabile con la successiva norma primaria ex articolo 1 comma 841 Legge 147/22, invocata dalla stessa Corte dei conti, per il ripiano pluriennale del disavanzo del rendiconto del 2018. La nuova legge ha, infatti, superato la norma impugnata dalla Corte. Malgrado ciò, la Regione continuerà ad essere impegnata nel percorso già intrapreso, di risanamento della finanza pubblica, tra l’altro oggi ricordato dallo stesso organo di controllo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Corte dei conti sospende giudizio parifica sul rendiconto Sicilia, Schifani: "Sentenza incomprensibile"

MessinaToday è in caricamento