Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Covid e polemiche, Razza e La Paglia invitati in Consiglio: ma restano dubbi sulla loro adesione

La convocazione formale del presidente Claudio Cardile. Aula pronta ad ospitare un confronto sulla gestione della pandemia dopo le aspre critiche del sindaco De Luca

L'invito formale c'è, adesso serve una risposta. Il presidente del consiglio comunale, Claudio Cardle, ha ufficialmente richiesto all'assessore regionale alla Sanità Ruggero Razza e al direttore generale Asp Paolo La Paglia, la disponibilità a partecipare alla seduta straordinaria dell'Aula in merito all'emergenza Covid a Messina e provincia.

L'idea di un confronto pubblico tra i due e l'intera città (sindaco compreso) è venuta al capogruppo di Fratelli d'Italia Libero Gioveni dopo le polemiche legate alla gestione della pandemia di cui lo stesso De Luca è stato il principale fautore. Il primo cittadino ha infatti più volte chiesto la testa del numero dell'Azienda Sanitaria Provinciale, rivolgendo pesanti critiche anche all'operato di Razza e del governatore Musumeci. Finora  tutto è avvenuto tramite il freddo monitor di un pc, tra una diretta Facebook e l'altra, o con gli esposti in Procura che De Luca ha annunciato di aver presentato. Poche o addirittura inesistenti le reazioni pubbliche delle controparti.

Ed ecco perchè il possibile confronto faccia a faccia tra sindaco, Asp e Regione non può che essere atteso praticamente da tutti, con il serio rischio che l'Aula possa trasformarsi in arena, visto l'argomento e le sue mille declinazioni.  E' però difficile che ciò possa realizzarsi: l'eventuale adesione di Razza e La Paglia sembra tutt'altro che probabile. L'esponente Musumeci del resto ha già nominato un commissario straordinario (Maria Grazia Furnari) e istituito una commissione d'inchiesta di cui si attendono i risultati. Il direttore dell'Asp, contattato telefonicamente, ha preferito l'assoluto silenzio. E in questo caso il detto "chi tace acconsente" non crediamo possa valere.

Intanto, in Consiglio approderà a breve il bilancio previsionale 2021-2023. L'occasione per prorogare le agevolazioni per le famiglie messinesi in difficoltà a causa dell'emergenza Covid e del nuovo lockdown. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid e polemiche, Razza e La Paglia invitati in Consiglio: ma restano dubbi sulla loro adesione

MessinaToday è in caricamento