rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Covid, il caso dei guariti in Sicilia: perché sono molti di meno rispetto al resto d'Italia?

Nella regione tra il 16 e il 31 dicembre sono stati 35.322 i nuovi positivi, in Italia nello stesso periodo 595.311. Tra l’1 e il 16 gennaio nell'Isola guarite 18.498 persone, in Italia invece 929.657. La Regione: "Il brusco aumento dei tamponi ha avuto conseguenze sull'aggiornamento nella piattaforma"

La variante Omicron dilaga in Sicilia, così come in tutta Italia. Ma se nell’intero Paese inizia ad impennarsi anche il numero dei guariti, nell’Isola il dato di coloro che escono dalla malattia cresce in misura minore, almeno secondo quanto emerge da un'analisi dei bollettini quotidiani sulla pandemia dell’ultimo mese. Nella regione tra il 16 e il 31 dicembre sono stati 35.322 i nuovi casi di Covid, in Italia nello stesso periodo si è arrivati a 595.311. Tra l’1 e il 16 gennaio in Sicilia risultano guarite 18.498 persone, in Italia invece sono 929.657. In Italia si guarisce più rapidamente? No, semplicemente si tratta di un problema nella registrazione dei dati. Dal Dasoe, dipartimento Attività sanitarie e osservatorio epidemiologico, della Regione spiegano: “Il brusco aumento del volume di tamponi sul territorio di questi giorni ha generato un aumento della fisiologica latenza di aggiornamento dello stato clinico nella piattaforma, sul recupero del quale si sta intervenendo in questi giorni. È una situazione che si sta verificando in numerose regioni non solo in Sicilia”. In altre parole significa che c’è un numero ingente di guariti che al momento non è stato caricato come dato ufficiale.

Il confronto tra Sicilia e Italia

Ma se è vero che l’esplosione dei contagi e del numero dei tamponi ha mandato in tilt il sistema di tracciamento e di caricamento dei dati, in Sicilia sembra esserci un rallentamento più evidente rispetto al resto del Paese. Se, infatti, nello Stivale i guariti dei primi 16 giorni di gennaio sono poco più della metà dei positivi degli ultimi 16 giorni di dicembre, in Italia il dato è quasi ribaltato a favore dei guariti. Il raffronto va preso con le pinze, considerando tutte le variabili che riguardano la malattia e le semplificazioni statistiche di un ragionamento del genere, ma il consistente divario tra il dato siciliano e il dato italiano è comunque indicativo. 

NUOVI POSITIVI SICILIA-ITALIA (16-31 dicembre 2021)
35.322 - 595.311

GUARITI SICILIA-ITALIA (1-16 gennaio 2022)
18.498 - 929.657

Una differenza che, tenendo presente che si parla della stessa malattia, si spiega attraverso le difficoltà, ammesse anche dal Dasoe, a registrare i casi di coloro che risultano negativi al tampone dopo aver avuto il Covid.

L’analisi

Nell’analisi, da un lato sono stati inseriti i positivi in Sicilia e in Italia registrati dal 16 al 31 dicembre 2021, dall’altro i guariti in Sicilia e in Italia dall’1 al 16 gennaio 2022, tenendo conto del fatto che, seppur i casi di Covid differiscano l’un dall’altro, in generale i tempi di negativizzazione da Omicron (ormai la variante più diffusa in tutto il Paese) sembrano essersi ridotti rispetto alle mutazioni del virus precedenti. A ciò va aggiunto il fatto che dal 31 dicembre 2021, con le nuove norme su isolamento e quarantena, per la negativizzazione vengono considerati anche gli esiti dei tamponi rapidi e non più solo dei molecolari. In altre parole chi è risultato positivo il 16 dicembre in media, a meno di un decorso grave della malattia, dovrebbe essere guarito già da giorno il 16 gennaio. I dati nazionali sembrano confermare questa tendenza, quelli siciliani dicono invece tutt’altro.

Così se in Italia in un mese il numero degli attuali positivi è cresciuto di circa 8 volte, passando dai 317.930 del 16 dicembre 2021 ai 2.548.857 del 16 gennaio 2022, in Sicilia nello stesso periodo lo stesso dato risulta essere moltiplicato di quasi 10 volte ovvero da 18.193 a 173.689. Ma tenendo conto delle difficoltà di aggiornamento dei dati è ragionevole pensare che gli attuali positivi in Sicilia, così come in Italia, siano molti meno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, il caso dei guariti in Sicilia: perché sono molti di meno rispetto al resto d'Italia?

MessinaToday è in caricamento