Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Ancora tanti i siciliani a disagio causa pandemia: "Servono più psicologi"

L'appello all'assessore Razza del deputato messinese Antonio De Luca. A rischio smantellamento l'importante servizio per i più deboli

Ragazzi sempre più isolati, uomini e donne che hanno paura di uscire di casa e anziani senza alcun aiuto. È uno degli effetti della pandemia Covid che anche in Sicilia sta influendo pesantemente sui disagi psichici delle persone.

Da qui la lettera all'assessore regionale alla Sanità Ruggero Razza inviata dal deputato all'Ars Antonio De Luca nei giorni in cui si discute se mantenere o smantellare la rete di professionisti attivata ad inizio anno. "In Sicilia - scrive l'esponente 5 Stelle - ci sono decine di migliaia di persone che hanno paura di uscire da casa; anziani soli e impauriti; giovani che hanno abbandonato gli studi e che trascorrono giornate intere davanti al computer senza mettere il naso fuori di casa perché non riescono più a tornare ad un livello di socialità paragonabile a quella pre-Covid. Tra l’altro, come noto a tutti, il virus continua a circolare dentro e fuori dai nostri confini regionali ed è per questo che diventa quanto mai necessario tenere alto il livello di guardia, anche per quel che riguarda l’impatto psicologico che questa emergenza sanitaria sta provocando. Ecco perché oggi la Regione non può permettersi di interrompere o stravolgere il servizio di supporto psicologico già avviato. Al contrario deve assumere l'iniziativa di potenziarlo. Ogni caso non trattato a livello psicologico rischia di trasformarsi nel giro di qualche anno in un caso patologico con evidente nocumento per tutto il sistema sanitario regionale oltre che per lo stesso individuo e la comunità tutta. È dunque nostro preciso dovere mettere in campo ogni sforzo per impedire che ciò accada e l'unica strada percorribile è quella di mantenere gli attuali assetti già particolarmente produttivi e funzionali, implementandoli con ulteriori professionisti al fine di coprire in maniera capillare l'intero territorio regionale".

"Sono estremamente fiducioso -conclude De Luca- che condividerà le motivazioni di questo mio intervento e che si prodigherà con la dovuta solerzia per fornire strumenti, risorse e indicazioni alle Asp affinché le stesse possano potenziare adeguatamente le squadre di psicologi e psicoterapeuti già in servizio, in modo tale da affrontare i prossimi mesi con un numero di unità ed un'esperienza adeguate allo scopo". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora tanti i siciliani a disagio causa pandemia: "Servono più psicologi"

MessinaToday è in caricamento