rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022

Covid: verso il “liberi tutti”, Confcommercio chiede collaborazione

Il presidente Carmelo Picciotto guarda alle prossime settimane auspicando la ripresa della socialità ma anche chiamando in causa Commissario straordinario e Politica. “Confermare l’esenzione dalla tassa di occupazione suolo pubblico per quest’anno”.

L’attesa per il “liberi tutti” con la speranza che possa esserci una ripresa vera. È la speranza del presidente di Confcommercio, Carmelo Picciotto, che rappresenta una delle categorie più colpite dai due anni di pandemia. 

“Intanto vediamo cosa accadrà – rallenta – Ci aspettiamo un allentamento e, ovviamente, una ripresa di tutto quello che è socialità. Speriamo che i centri storici possano essere rivitalizzati, la gente nei locali, per cominciare a risalire quella lunga china. Gli imprenditori dovranno pagare debiti per diversi anni e ci aspettiamo che lo Stato capisca che tutto quello che è stato affrontato e chi è sopravvissuto non deve essere lasciato a morire”. 

La preoccupazione è anche per gli effetti della guerra tra Russia e Ucraina, dall'aumento dei costi di trasporto, ai carburanti, all'energia. “È una mazzata che non ci voleva – dice Picciotto – dobbiamo veramente unire le forze fra pubblico e privato per affrontare tutti insieme questo momento altrimenti gli imprenditori che non sono stati schiacciati dal Covid finiranno per essere schiacciati dal caro aumenti e dall’impossibilità di pagare le bollette che sono raddoppiate e triplicate”. 

A Messina, Confcommercio si aspetta anche un intervento a livello comunale. “Serve che ci sia subito un passaggio collegato all’approvazione del bilancio preventivo con quelle poste a favore del canone unico di occupazione suolo. La speranza è che la politica non sia miope verso le necessità di quella imprenditoria che si occupa di somministrazione. Si deve comprendere che questa è una vera industria per il Sud e occorre far quadrato per far tenere aperte le attività, continuando ad abbellire la città con i gazebi e con le strutture che sono state create in questi due anni anche per favorire la socialità in sicurezza”.  

Quindi l’appello al Commissario straordinario del Comune e con la prossima Giunta. “Lavorare insieme con lui e con chi sarà eletto per non pagare quest'anno la tassa d'occupazione suolo come da atto di indirizzo della Giunta uscente. Ma soprattutto dare la possibilità agli imprenditori di riprendere lentamente la vita normale altrimenti di attività ne cadranno ancora tante”.

Si parla di

Video popolari

Covid: verso il “liberi tutti”, Confcommercio chiede collaborazione

MessinaToday è in caricamento