rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024

VIDEO | Microcriminalità e reati predatori, l'analisi: "Messina è una città sicura"

A dirlo sono il Segretario generale provinciale SIULP Dario Cipriano e il Consigliere nazionale SIULP Francesco Benedetto. Discorso diverso, invece, per la provincia

Nonostante i reati predatori e la microcriminalità Messina resta una città sicura. A dirlo sono Dario Cipriano, Segretario generale provinciale SIULP, e Francesco Benedetto, Consigliere nazionale SIULP, che nel corso dell'incontro con il segretario nazionale Felice Romano, in visita a Messina, hanno tracciato un'analisi della sicurezza in città e in provincia. 

"Messina non è una città che ha grossi problemi ma la microcriminalità e i reati predatori si espandono a macchia di leopardi, mentre la provincia ha un aspetto diverso con un sommerso che va a incidere su quello che è l'andamento dei comuni", ha detto Cipriano a MessinaToday. "Noi come operatori del settore non abbiamo una sorta di particolare attenzione o qualcosa che ci faccia presupporre che la percezione dei cittadini sia esasperata. La nostra città è abbastanza sicura". 

Una situazione, questa, garantita dalla sinergia fra le forze dell'ordine che garantiscono un controllo serrato su tutto il territorio. "Noi abbiamo un osservatorio e pertanto abbiamo una percezione della realtà ad ampio raggio - ha detto Francesco Bendetto - Messina ha un buon controllo del territorio fatto principalmente dalla Polizia di Stato con le varie articolazioni ma c'è sinergia anche con le altre forze di polizia che permette controllo capillare". 

Situazione, questa, che rende Messina diversa rispetto alle altre città italiane. "Ci sono reati e violenze che, però, a Messina sono contenute e azzerate perché la rapina o altri atti sono fisiologici ma non siamo a livelli esasperati e la percezione dei cittadini con cui interagiamo quotidianamente possiamo dire che la sicurezza è palpabile", ha concluso Bendetto. 

Video popolari

MessinaToday è in caricamento