rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca

La Croce Rossa riparte dopo l'atto vandalico: "Danni per 3mila euro, colpiti i mezzi utilizzati per aiutare i più bisognosi"

Riparate le prime vetture a cui ignoti hanno tagliato le gomme due notti fa. Continuano le indagini dei carabinieri per far luce sull'accaduto

Circa tremila euro di danni. La Croce Rossa fa i conti dopo aver subito un' intimidazione o atto vandalico, al momento ad opera di ignoti, nella notte tra il 4 e 5 ottobre scorsi. Qualcuno ha tagliato le gomme di cinque mezzi in uso all'organizzazione che erano parcheggiati nei pressi della sede di via Giordano Bruno. Mentre proseguono le indagini dei carabinieri, i primi veicoli sono già in riparazione e nei prossimi giorni torneranno in strada tutti i mezzi. Gli autori del vile gesto hanno preso di mira auto e furgoni utilizzati per importanti attività di sostegno alle categorie più disagiate come il trasporto dei farmaci o del cibo per i senzatetto o quello dedicato alle persone con disabilità. Attività che i volontari della Croce Rossa sono riusciti a garantire anche nella stessa giornata in cui si è verificato il danneggiamento. Altre vetture resteranno ancora in officina in virtù dei tempi di attesa più lunghi per il reperimento dei pezzi di ricambio. 

"E' stato un fulmine a ciel sereno - spiega la vicepresidente Francesca Melita - non abbiamo mai subito episodi del genere né tantomeno minacce o atti simili. Confido nelle indagini che i carabinieri stanno portando avanti con impegno e attenzione ed un aiuto arriverà anche dalle telecamere di videosorveglianza che potrebbero aver ripreso gli autori del gesto. Noi ci siamo subito rimboccati le maniche per tornare operativi e non penalizzare tutte le persone bisognose a cui ogni giorno ci dedichiamo".

Le indagini stanno valutando a 360 gradi l’accaduto. Nessuna ipotesi è esclusa, dall’atto vandalico fine a se stesso o a gelosie legate al tipo di attività svolta dalla Croce Rossa per finire ai “fastidi” per i parcheggi riservati ai mezzi che occupano quasi la metà del marciapiede prospiciente la sede in via Giordano Bruno. Intanto, istituzioni e semplici cittadini continuano ad esprimere solidarietà e a condannare l'accaduto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Croce Rossa riparte dopo l'atto vandalico: "Danni per 3mila euro, colpiti i mezzi utilizzati per aiutare i più bisognosi"

MessinaToday è in caricamento