Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Giustizia, il Csm dice no al fuori ruolo al magistrato messinese chiesta da Bonafede per l'ispettorato

Rigettata l'istanza di collocamento di Concetta Zappalà, attualmente consigliere della Corte di Appello. Il plenum ha preso atto che l'ufficio giudiziario messinese rischiava una scoperta di organico del 75%

Il Csm ha rigettato l'istanza di collocamento fuori ruolo di Concetta Zappalà, attualmente consigliere della Corte di Appello di Messina, che il ministro Alfonso Bonafede, il 30 aprile scorso, aveva chiesto di destinare all'ispettorato generale del ministero della Giustizia con funzioni di ispettore generale.

Il plenum, su proposta della Terza Commissione, ha preso atto che con il collocamento fuori ruolo di Zappala' l'ufficio giudiziario messinese rischiava una scoperta di organico addirittura del 75%. La circolare del Csm sui trasferimenti dei magistrati vieta i collocamento fuori ruolo per le toghe la cui sede di servizio presenti un indice di scopertura dell'organico superiore al 20%.  Il plenum del Csm ha quindi preso atto che non sussistono i presupposti normativi per accogliere la richiesta del ministro della Giustizia.

Fonte: Dire

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giustizia, il Csm dice no al fuori ruolo al magistrato messinese chiesta da Bonafede per l'ispettorato

MessinaToday è in caricamento