Cronaca

Stipendi Atm, buone notizie dai liquidatori: "Stiamo provvedendo al pagamento"

I dipendenti attendono ancora la mensilità di dicembre. La commissione che gestisce l'azienda ha rassicurato sui tempi. Somme accreditate venerdì 31 gennaio. "Gestita situazione difficile, cercare colpevoli è inutile"

Gli stipendi di dicembre dei dipendenti Atm saranno pagati entro venerdì 31 gennaio.

A dirlo sono i commissari liquidatori tramite un comunicato stampa in cui annunciano l'imminente accredito sui conti dei tanti lavoratori. L'azienda sottolinea di aver subito un ulteriore ritardo causato dalla mancata regolarità del D.U.R.C. necessario al pagamento della fattura da parte del Comune di Messina che lo scorso 29 gennaio, a seguito del rilascio del documento, ha provveduto a saldare le spettanze.

I liquidatori chiedono poi comprensione per le difficoltà incontrate in seguito alla grave crisi finanziaria che interessa l'azienda.

"Tutto questo - si legge nella nota -  sta comportando un breve ritardo nel pagamento degli stipendi del mese di dicembre, situazione che si è sempre verificata negli anni passati, proprio a causa di fattori di natura amministrativa legati al rapporto con la banca tesoriera che, ad inizio di ogni anno, ha sempre la necessita di definire i rapporti alla base dei quali viene concessa la anticipazione di cassa".

Poi il ringraziamento ai lavoratori "per la loro continua manifestazione di attaccamento all’azienda e rispetto per l’ intera città".

"Non serve a nulla - concludono -  cercare colpevoli ma è importante oggi cercare di comprendere la grave situazione economico-finanziaria che questa commissione di liquidazione si è ritrovata a gestire e che comunque ha, grazie sempre all’intervento della amministrazione, con continuità e nel rispetto dei diritti del lavoratore, garantito il pagamento degli stipendi":

La rabbia dei sindacati

Intanto iFlt Cgil, Uiltrasporti e Cub Trasporti annunciano di aver perso ormai la pazienza sottolineando le difficoltà incontrate dai lavoratori dell'azienda trasporti. 

"Ad oggi - spiegano -  nulla è arrivato nelle tasche dei dipendenti Atm che faticano a far fronte a mutui e bollette da pagare con disagi e penalizzazioni inaccettabili. Si faccia chiarezza garantendo subito il saldo dello stipendio di dicembre e quello di gennaio già maturato - concludono Filt Uilt e Cub - ci spieghino quali azioni i liquidatori e l’amministrazione hanno posto in essere per incassare dalla Regione gli oltre 10 milioni di euro che la recente sentenza sul chilometraggio ha garantito ad Atm e che sono ben più di una boccata di ossigeno ma che dovrebbero rappresentare una garanzia per le spettanze dei lavoratori ma anche per il servizio pubblico che in questi giorni tra soppressioni e cancellazioni di linee bus sta toccando il fondo . 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stipendi Atm, buone notizie dai liquidatori: "Stiamo provvedendo al pagamento"

MessinaToday è in caricamento