Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Coronavirus, in Sicilia curva stabile: individuati altri 1.355 contagi (+297 a Messina), 32 morti

Sull'Isola poco più di 20 mila tamponi processati, con un tasso di positività del 6,6%. Salgono, anche se di poco, i pazienti Covid negli ospedali: +6 rispetto a ieri. Quasi mille i guariti. In provincia di Palermo calo dei nuovi casi

Sembra essersi arrestato l'aumento dei contagi Covid in Sicilia. Da un giorno all'altro si registrano piccole variazioni, in su o in giù, ma al momento pare che il picco (quasi duemila casi in un giorno) sia alle spalle. Al contrario non si può nemmeno parlare di curva in discesa. I dati settimanali però potranno essere più chiari rispetto a quelli giornalieri.

Sono complessivamente 1.355 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime ore in Sicilia, dove il numero complessivo dei positivi sale a quota 47.289. Il dato è contenuto nel bollettino quotidiano del ministero della Salute, da cui emerge che le vittime in un solo giorno sono state 32 (3.161 dall'inizio dell'emergenza sanitaria) e i guariti 932. 

Questa la ripartizione su base provinciale dei nuovi casi: 289 a Palermo, 356 a Catania, 297 a Messina, 32 a Ragusa, 152 a Trapani, 106 a Siracusa, 51 a Caltanissetta, 56 ad Agrigento e 16 a Enna. 

A Messina sono quattro i decessi Covid nelle ultime 24 ore al Policlinico è al Papardo: al Policlinico una donna di Messina, 81 anni e due uomini messinesi: uno di 82 anni e l'altro di 79 anni. Al Papardo, una donna di 87 anni. Questo l’attuale quadro dei ricoveri: Policlinico 100 (23 rianimazione), Papardo 38 (11 rianimazione), Barcellona 29.

Bolletino 22 gennaio-2

Coronavirus, il bollettino di oggi venerdì 22 gennaio 2021

  • Nuovi casi: 13.633 (ieri 14.078)
  • Casi testati: 82.194 (ieri 95.360)
  • Tamponi (diagnostici e di controllo): 264.728 (ieri 267.567)
    • molecolari: 149.692 di cui 12.791 positivi pari allo 8.5% (ieri 162.453 di cui 13.112 positivi, 8%)
    • rapidi: 115.036 di cui 842 positivi pari allo 0.7% (ieri 105.114 di cui 943 positivi, 0.8%)
  • Attualmente positivi: 502.053, -14.515 (ieri 516.568)
  • Ricoverati: 21.691, -354 (ieri 22.045, -424)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 2.390, -28, 144 nuovi ingressi (ieri 2.418, -43, 155 nuovi ingressi)
  • Totale casi positivi: 2.441.854 (ieri 2.428.221)
  • Deceduti: 84.674, +472 (ieri 84.202, +521)
  • Totale Dimessi/Guariti: 1.855.127, +27.676 (ieri 1.827.451)
  • Vaccinati: 29.742 (1.293.941 dosi somministrate*) 
    *si tratta del 83% delle 1.511.835 dosi consegnate da Pfizer e delle 46.800 consegnate da Moderna all'20 gennaio. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini. Sul fronte dei ritardi, a quanto si apprende, solo a febbraio saranno invece distribuite le dosi mancanti nel lotto previsto questa settimana. Slitta pertanto di un mese il piano per gli over 80

Report del ministero: “Sicilia ad alto rischio”

Intanto dal report  settimanale del monitoraggio della Cabina di regia Istituto superiore di sanità-ministero della Salute su Covid-19, emrge un freno lall'indice Rt in Italia ma la Sicilia resta ad rischio alto.

"Si osserva - sottolinea la bozza - una lieve diminuzione dell'incidenza a livello nazionale negli ultimi 14 giorni (339,24 per 100 mila abitanti dal 4 gennaio 2021 al 17 gennaio 2021 contro 368,75 per 100 mila abitanti dal 28 dicembre 2020 al 10 gennaio 2021)".

"Sebbene questa settimana il dato di incidenza settimanale non sia pienamente confrontabile con la settimana scorsa (estensione dal 15 gennaio 2021 della definizione di caso a test antigenici rapidi secondo i criteri definiti nella circolare dell'8 gennaio 2021) - si precisa nel documento - il fatto che sia in diminuzione anche tenendo conto dei casi diagnosticati anche con test rapido antigenico è un segno di miglioramento epidemiologico".

Sono 4 le Regioni e Province autonome con una classificazione di rischio alto (erano 11 la settimana precedente): Sicilia, Sardegna, Umbria e Pa di Bolzano. Sono 11 con rischio moderato (Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Pa di Trento, Puglia, Valle d'Aosta, Lazio e Veneto) e 6 con rischio basso (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Liguria e Toscana)".

"Sicilia e Puglia hanno un Rt puntuale maggiore di 1 anche nel limite inferiore, compatibile quindi con uno scenario di tipo 2. Le altre hanno un Rt puntuale compatibile con uno scenario tipo 1", spiega il report.

"Per la Regione Umbria e per la Provincia autonoma di Bolzano, classificate a rischio alto per la terza settimana consecutiva, si prevedono specifiche misure da adottare a livello provinciale e regionale in base al documento 'Prevenzione e risposta a Covid-19: evoluzione della strategia e pianificazione nella fase di transizione per il periodo autunno-invernale'" suggerisce la bozza del report.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, in Sicilia curva stabile: individuati altri 1.355 contagi (+297 a Messina), 32 morti

MessinaToday è in caricamento