rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca Gravitelli / Via Tommaso Cannizzaro

I beni della Città del Ragazzo passano all'ex Provincia, nascerà la Cittadella del Sociale

Il giudice fallimentare ha siglato il decreto, l'acquisto pari a tre milioni e mezzo di euro su un valore di circa sette milioni

Tre milioni e mezzo di euro che potrebbero essere anche acquisiti dai fondi del Pnrr. A tanto ammonta formalmente l'acquisto dei terreni della Fondazione Città del Ragazzo di Gravitelli e di tutti gli altri beni in liquidazione che ne fanno parte (Castanea e Alì) che la Città Metropolitana ha fatto suoi portando avanti il progetto socioassistenziale "Dopo di noi". Il valore stimato era di circa 7 milioni di euro. Il decreto di acquisizione formale dei beni è stato siglato dal giudice Minutoli. L'avvio del procedimento per ottenere l'area era stato avviato dall'ex Provincia nel luglio scorso. Il progetto rigurda l'assistenza alle persone con disabilità grave, fragili e soggetti svantaggiati che potranno usufruire degli immobili della Città del Ragazzo dove sarà allestita una Cittadella dei servizi sociali con laboratori di teatro, arte, musica, informatica, e piani di accompagnamento dei disabili per la loro migliore autonomia. La Città Metropolitana utilizzerà parte dei fondi del Pnrr previsti per l'ente (sono 32 milioni di euro in totale) per concretizzare i programmi sociali. La Città del Ragazzo era stata realizzata da Padre Nino Trovato, figura religiosa storica nel dare aiuto ai più bisognosi.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I beni della Città del Ragazzo passano all'ex Provincia, nascerà la Cittadella del Sociale

MessinaToday è in caricamento