Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Il nuovo decreto green pass per i trasporti e i vaccini sempre più "obbligati"

Prima i treni e aerei, poi la scuola e il lavoro: ecco come il governo vuole modificare l'obbligo di certificazione verde

Mario Draghi era stato chiaro: "Senza vaccinazione si deve chiudere tutto, di nuovo". E se scuola, trasporti e lavoro sono rimasti fuori dal decreto green pass già approvato (e in vigore dal prossimo 6 agosto) è solo perché richiedono "provvedimenti specifici" che verranno affrontati "molto rapidamente". E quel rapidamente è arrivato. Domani in consiglio dei ministri verrà infatti vagliato il Decreto Trasporti. Anche se l'obbligo del certificato verde per utilizzare i mezzi di trasporto pubblico (metro, bus e tram) al momento non è previsto - anche perché le difficoltà del poterne verificare il possesso da parte dei passeggeri - sono preannunciate novità per quanto riguarda i passeggeri che utilizzeranno treni, aerei e navi.

Le misure che il Consiglio dei Ministri si appresta a varare dovrebbero seguire la falsa riga del green pass in Francia dove il certificato sanitario sarà obbligatorio per accedere ai treni già entro il prossimo 10 agosto. "I controlli avverranno sulle banchine e nei treni in modo aleatorio", ha spiegato oggi il ministro ai Trasporti Jean-Baptste Djebbari.  

Le nuove regole del Green Pass

Va ricordato che nel decreto varato la scorsa settimana imponeva l'obbligo di green pass per accedere a tutte le attività al chiuso (ristoranti, palestre e piscine, cinema e teatri, oltre che a stadi e concerti, sagre, eventi e convegni) anche in zona bianca dal prossimo 6 agosto. Ora la nuova stretta in vista del rientro dalle località di villeggiatura e della ripresa delle attività scolastiche e lavorative. 

Il primo passo sarà quello di inserire l'obbligo di green passa per i trasporti di lunga percorrenza che dal 6 agosto potrebbero essere limitati solo a chi avrà ricevuto almeno la prima dose di vaccino da 14 giorni, chi è guarito dal Covid nei sei mesi precedenti e chi ha effettuato un tampone nelle 48 ore prima del viaggio.

Poi verrà il momento in cui il Governo dovrà decidere se estendere l'obbligo vaccinale (ora previsto solo per i lavoratori del comparto sanità) anche al personale scolastico in vista della riapertura delle scuole a settembre. Ad oggi quella che è solo un intento del ministro della Salute Roberto Speranza non trova però che il sostengo di Forza Italia e Italia Viva, oltre che dal Partito Democratico. Espressamente contrario il Movimento 5 stelle, così come le altre forze di centrodestra. La decisione dopo la cabina di regia convocata per domani dopo l'incontro con le Regioni alla luce dei nuovi dati sulle vaccinazioni tra gli insegnati (ferme al 70%).

Obbligo vaccinale per studenti e docenti, la proposta dei presidi: "Se la campagna non va si torna in Dad"

Più difficile estendere l'obbligo di green pass ai lavoratori del settore privato anche se fa scuola il caso dei lavoratori dei servizi di ristorazione che ad oggi sarebbero esentati dal green pass al contrario dei clienti che dal 6 agosto vorranno entrare in un ristorante. Oggi in un'intervista ad "Agorà" su Rai3 il leader della Cgil, Maurizio Landini si è opposto alla possibilità ventilata da Confindustria di licenziamento o demansionamento per chi non si vaccina. "Posto che le vaccinazioni vadano fatte - spiega Landini - deve essere chiaro che questo non risolve il problema delle mascherine e della distanza di sicurezza sul posto di lavoro, perchè il problema rimane anche nel caso le persone siano tutte vaccinate. Come dice la nostra Costituzione, un trattamento sanitario obbligatorio può esser fatto solo con un provvedimento legislativo" chiosa il leader della Cgil. Ora sarà il governo a scegliere anche alla luce di una recente ordinanza del giudice civile Emilia Salvatore del tribunale di Modena che aveva rigettato il ricorso presentato da due fisioterapiste di una Rsa sospese dall'azienda dopo aver rifiutato il vaccino. Una vicenda precedente all'obbligo vaccinale per il personale sanitario ora in vigore e che evidenzia come il datore di lavoro si pone "come garante della salute e della sicurezza dei dipendenti e dei terzi che per diverse ragioni si trovano all'interno dei locali aziendali e ha quindi l'obbligo ai sensi dell'articolo 2087 del codice civile di adottare tutte le misure di prevenzione e protezione che sono necessarie a tutelare l'integrità fisica di lavoratori".

Ricordando come una direttiva dell'Unione Europea abbia incluso il Covid-19 tra gli agenti biologici di cui è obbligatoria la protezione anche negli ambienti di lavoro, il tribunale sottolinea che anche se il rifiuto a vaccinarsi non può dar luogo a sanzioni disciplinari, può comportare però conseguenze sul piano della valutazione oggettiva dell'idoneità alla mansione. In sostanza, per chi lavora a contatto con il pubblico oppure in spazi chiusi vicino ad altri colleghi, la mancata vaccinazione può costituire un motivo per sospendere il lavoratore senza retribuzione.

Quando è obbligatorio il green pass

Dal prossimo 6 agosto la certificazione vaccinale sarà obbligatoria - ad oggi - per accedere ad alcuni luoghi ed eventi:

  • ristoranti al chiuso;
  • spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi;
  • musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;
  • Piscine e palestre, ma anche in centri per sport di squadra (campi calcio, calcetto, paddle ecc)
  • Centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive
  • Sagre e fiere, convegni e congressi;
  • Centri termali, parchi tematici e di divertimento;
  • Sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;
  • Concorsi pubblici
  • Centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione.

Il Governo ha intanto smentito le ricostruzioni relative all'intenzione del governo di rendere obbligatoria la certificazione Green pass per accedere ai seggi elettorali.

Fonte: Today

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo decreto green pass per i trasporti e i vaccini sempre più "obbligati"

MessinaToday è in caricamento