Un milione di euro alle scuole per la Dad, La Tona: "Senza wi-fi gratuito restano disagi per troppi studenti”

Troppe difficoltà di accesso alla rete. Nonostante i fondi ministeriali erogati per supportare le scuole durante l'epidemia, secondo il consigliere comunale quella a distanza non è didattica dell'inclusione. Ecco perchè

Quasi un milione di euro a supporto delle scuole della provincia di Messina per potenziare la didattica digitale e agevolare gli studenti meno abbienti. Questa la cifra che il Decreto ristori ha destinato alle scuole messinesi per un totale che spazia fra i 7 mila e i 14 mila euro per ogni istituto. Un fondo da investire in tablet e dispositivi portatili che valorizza specialmente le scuole ubicate in contesti con maggiore disagio socio-economico. 

"Non cifre dell'altro mondo ma sempre meglio che niente", ha commentato il consigliere comunale e dirigente dell'IIS "Minutoli". "Ma il comune dovrebbe realizzare attraverso ponti radio un sistema di wi-fi gratuito per consentire a tutti gli studenti una connettività funzionante - aggiunge - Ci sono zone come San Michele o viale Giostra dove la rete internet non prende". La dad, ferita aperta al cuore di tutte le scuole costrette a chiudere i portoni al 75% dei ragazzi, ha senza dubbio posto delle differenti politiche di inclusione nei confronti degli studenti fragili.

"Sono contrario alla didattica a distanza - sottolinea La Tona - In tutta Europa le scuole sono aperte ed è incomprensibile che in Italia gli studenti siano chiusi a casa. Soprattutto quelli fragili che integravamo anche fisicamente nelle aulee grazie a quel 25% che poteva mantenere una didattica in presenza ma che rischia, con il nuovo decreto, di essere tagliato fuori. Questa non è didattica dell'inclusione". Per quanto riguarda il comune di Messina sono 33 le scuole ad esser state indicate come destinatarie dei fondi, fra istituti di scuole elementari (quindi non ancora soggette all'obbligo di dad) e istituti di scuole secondarie di primo e secondo grado. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Atm, dipendenti in malattia pedinati da un detective privato

  • Tensione alla Mazzini Gallo, genitori si fiondano dalla dirigente pretendendo il certificato medico di un bimbo

  • Trovato morto il sub disperso a Maregrosso, il cadavere recuperato dalla Capitaneria di Porto

  • Famiglia in isolamento da settimane per il padre positivo al Covid: "Lasceremo casa se i ritardi proseguiranno"

  • I Pooh e il concerto non previsto in cartellone, Torre Faro "svegliata" a notte fonda per l'evento musicale dell'anno

  • Respirava grazie a una presa d'aria collegata alla terrazza, le ultime ore da latitante di Giovanni De Luca

Torna su
MessinaToday è in caricamento