A Tremestieri si prende il treno tra degrado e insicurezza, scatta la petizione

L'ira dei viaggiatori che utilizzano la stazione e di chi risiede in zona. Discariche a cielo aperto e continui atti di vandalismo durante le ore notturne. Indetta una raccolta firme

Il piazzale antistante la stazione di Tremestieri è ormai terra di nessuno. Tra degrado e insicurezza la zona è diventata invivibile, specialmente nelle ore notturne. Parte da questa constatazione l'allarme lanciato da viaggiatori e residenti che da tempo invocano l'ìntervento delle istituzioni. Adesso vogliono far sentire la propria voce tramite una petizione firmata già da 100 persone.

La zona è diventata una discarica a cielo aperto con intere distese di rifiuti gettati senza ritegno in strada e all'interno di manufatti industriali abbandonati. 

A ciò si aggiunga - spiegano gli autori della petizione -  che, ormai da mesi, tra le 22 e le 3  di notte, piazza stazione diventa spazio senza regole di gruppi di giovani e giovanissimi, alcuni dei quali sicuramente minorenni, che stanziano per ore, spesso in evidente stato di alterazione, facendo schiamazzi e atti di vandalismo verso le strutture sia pubbliche che private. A poco sono servite sin qui le denunce di alcuni cittadini che sono fortemente preoccupati. Non si tratta solo di rumori molesti che infastidiscono il sonno delle famiglie che abitano nei pressi della stazione ma è ormai evidente il rischio di conseguenze per la personale incolumità qualora si provi a interagire con i gruppi di ragazze e ragazzi. È superfluo sottolineare come impropri accessi, anche notturni, all’area di transito dei treni mettano a serio rischio la sicurezza degli stessi giovani che spesso sono stati avvistati a ridosso dei binari incuranti del pericolo".

Ma oltre a chiedere interventi tempestivi, i residenti auspicano a un percorso di riqualificazione e rifunzionalizzazione dell’area in oggetto nella
convinzione che uno spazio curato è la premessa per una fruizione responsabile. "Si immagini lo spazio antistante alla stazione ferroviaria , ma anche il parcheggio della Metroferrovia e l’area antistante il complesso Altamarea, anche coinvolgendo comunità e associazioni, come un luoghi dove realizzare eventi e piccole manifestazioni, specie in questa estate che, per le misure di distanziamento fisico previste, richieste aree ampie e all’aperto. In questo quadro la costruzione del nuovo plesso scolastico proprio nell’area della stazione, prevista da un progetto che da anni attende di essere realizzato, potrebbe ridare nuova vita a tutto il contesto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I Pooh e il concerto non previsto in cartellone, Torre Faro "svegliata" a notte fonda per l'evento musicale dell'anno

  • L'indagine sulla Banca di Credito Peloritana, raffica di perquisizioni nelle aziende

  • Dall'aggressione fisica all'auto bruciata: la storia di Alessandro Gonciaruk, vittima di intimidazione a Zafferia

  • "Scambio" di morti in obitorio, famiglia seppellisce la salma sbagliata

  • Stop al coprifuoco per i negozi e riapertura delle scuole, passa in consiglio la mozione contro l'ordinanza di De Luca

  • Su Viviana e Gioele indagini per altri due mesi, Daniele Mondello: "Orribile non poter ancora dar loro sepoltura"

Torna su
MessinaToday è in caricamento