rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca Gazzi / Valle degli Angeli

Il triste destino dell'ex scuola Nicholas Green, il Quartiere insorge: "È una bomba ecologica, si tolga l'intitolazione"

L'immobile di Valle degli Angeli abbandonato e trasformato in discarica. La terza circoscrizione chiede in una delibera urgenti interventi di riqualificazione

Degrado e abbandono. Così Messina ricorda Nicholas Green, il bimbo morto nel 1994 al Policlinico durante un tentativo di rapina finito in tragedia lungo l'autostrada Salerno-Reggio Calabria. L'ex scuola intitolata a suo nome è diventato infatti un simbolo di vergogna e incuria, preda dei vandali e degli incivili. Per questo motivo la terza circoscrizione ha approvato una delibera con cui si chiede all'amministrazione comunale di rimuovere l'intitolazione al bimbo americano per poi provvedere ad un'importante opera di riqualificazione.

"I cittadini residenti in prossimità della ex scuola Nicholas Green - spiega il presidente Alessandro Cacciotto -  lamentano alla Terza Municipalità lo stato di totale degrado che ormai insiste nell’ex plesso scolastico, con la presenza di materiali di risulta, materiali ingombranti, rifiuti di ogni genere, ivi comprese siringhe sporche di sangue. Lo stato di degrado comporta un serio pericolo per la salute della cittadinanza ed in particolare per coloro che risiedono in prossimità dello stabile sopra descritto; il degrado insiste sia all’interno dell’ex scuola, dal momento che il varco di ingresso risulta essere aperto, sia all’esterno dell’immobile. La situazione sopra descritta merita una soluzione definitiva, dal momento che non è più sufficiente un costante impegno di bonifica dell’area sopra descritta, e precisamente dell’area esterna, dal momento che gli atti vandalici sono ormai divenuti una costante. Inoltre, attribuire ancora oggi allo stabile di cui sopra, viste le condizioni sopra descritte, il nome di Nicholas Green, appare indecoroso alla memoria del giovane ragazzo e della famiglia. Il consiglio della Terza Municipalità, ritiene necessario e non più differibile, adottare tutte le misure volte alla tutela del territorio antistante lo stabile e dell’area interna della ex scuola, anche attraverso la recinsione totale dell’area in cui sorge l’immobile comunale".

Le richieste del Quartiere

1) Bonificare l’area interna ed esterna dello stabile;
2) Recintare l’area esterna della ex scuola;
3) Chiudere i varchi interni di accesso dell’immobile;
4) Installare telecamere di video sorveglianza nell’area della ex scuola Nicholas Green;
5) Eliminare la denominazione “Nicholas Green”, dalla ex scuola per i motivi sopra esposti.
6) Fornire informazioni circa eventuali progettualità da adottare con riferimento alla ex scuola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il triste destino dell'ex scuola Nicholas Green, il Quartiere insorge: "È una bomba ecologica, si tolga l'intitolazione"

MessinaToday è in caricamento