rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Consorzio autostrade, la Regione stoppa l'incarico al direttore Minaldi: anche gli atti da annullare

Il dirigente Bellomo contesta la delibera del Cas che lascia in servizio il direttore generale nonostante il pensionamento dal primo aprile. Le motivazioni

Questo incarico non s’ha da fare. Arriva la diffida del funzionario regionale Fulvio Bellomo al Consorzio autostrade per la delibera che consente la permanenza a titolo gratuito del dirigente regionale Salvatore Minaldi per un altro anno.

L’incarico del direttore generale è scaduto il 25 marzo scorso e dal primo aprile lo stesso risulta in quiescenza. Il Cas, ritenendo di non potersi privare della sua collaborazione, ha adottato la delibera cassata ora dall’organo di vigilanza della Regione. Una delibera che, tra l’altro, conferma anche tutte le nomine di responsabili unico del procedimento delle opere più grandi della stazione appaltante Cas (risulta infatti il Rup dei lavori del viadotto Ritiro, dei lotti in costruzioni della Siracusa-Gela, di tutta la pavimentazione della A20 e della A18) e che ha fatto mugugnare qualche sindacato che la ritiene in contrasto con le disposizioni di legge e in aperta violazione delle indicazioni dell’Anac.

Intanto sull’incarico a Minaldi c’è il veto della Regione. “Come chiarito nella circolare del ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione 6/2014, la possibilità di attribuire incarichi dirigenziali a soggetti che abbiano raggiunto il limiti di età per il collocamento a riposo dei dipendenti pubblici, come l’ingegnere Minaldi, era già esclusa dall’art. 33, comma 3, del decreto legge 4 luglio 2006, n.223, normativa speciale che continua a trovare applicazione”.

Il dirigente generale Bellomo invita altresì il collegio dei revisori dei conti a una verifica di eventuali atti adottati da Minaldi dal primo aprile in quanto nulli.

Una questione, quella della nullità degli atti, che è stata segnalata all’Anac oltre che per Minaldi anche in relazione agli atti adottati da tutti i Rup non dipendenti di ruolo della stazione appaltante Cas.

Ieri nella sede di contrada Scoppo si sono riuniti i vertici del Cas che dopo un confronto con alcuni consulenti legali hanno già provveduto a contestare le motivazioni della Regione per difendere la proroga dell’incarico a Minaldi.

Intanto al Consorzio si sta procedendo con una serie di concorsi per l'assunzione di diverse figure professionali, dagli esattori ai funzionari. Non è stato ancora però avviato il procedimento concorsuale per la figura di direttore generale da anni vacante nell'organico del Cas e da tempo affidato a funzionari della Regione alle dipendenze dell’assessore Infrastrutture che hanno potuto svolgere contemporaneamente le funzioni di “controllore e controllato".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consorzio autostrade, la Regione stoppa l'incarico al direttore Minaldi: anche gli atti da annullare

MessinaToday è in caricamento