Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

"A Torre Faro una villetta dedicata a Sanò", la proposta con i fondi della Democrazia partecipata

Il bando scade il 30 settembre. L'iniziativa del comitato promotore per un pomeriggio informativo e di animazione

Ristrutturazione della villetta di via Scuole di Torrefaro dedicata a Giuseppe Sanò, l’indimenticato attivista di quartiere scomparso tragicamente l’11 maggio 2020 durante una immersione. E'  la proposta del comitato civico costituito in questi giorni a Torrefaro ed  avente come obiettivo quello di utilizzare i fondi di “democrazia partecipata” 2022 del comune di Messina.

La proposta  da inserire nella piattaforma del comune
https://comune.messina.it/democraziapartecipata-2022/ è la seguente :
Ristrutturazione della villetta di via Scuole di Torre Faro consistente nella risistemazione del vialetto centrale; previsione di aiuole con fiori e collocazione di erba sintetica nel rimanente terreno soggetto a calpestio;  installazione di giochi per bambini innovativi ed inclusivi; di un gazebo con tavolo e sedute; di panchine; di elementi di arredo urbano con rifacimento impianto elettrico; installazione di una fontanella. Dedicare la villetta a Giuseppe Sanò.

Per eventuali chiarimenti o difficoltà scrivere a villettasano@gmail.com La scadenza del bando del comune è il 30 settembre, per questo il comitato ha attivato una serie di iniziative per raccogliere nel più breve tempo possibile il maggior numero di consensi intorno alla proposta: pagina facebook, locandine, utilizzo dei social.

Pagina fb dedicata: https://www.facebook.com/villettasano/

La mobilitazione del comitato culminerà con una iniziativa pubblica che si terrà martedì 27 settembre dalle ore 17.30 in poi presso la villetta di via Scuole, con attività di animazione per i più piccoli, tavolo informativo per illustrare la proposta di ristrutturazione, indicazioni sulle modalità di “voto” del progetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"A Torre Faro una villetta dedicata a Sanò", la proposta con i fondi della Democrazia partecipata
MessinaToday è in caricamento