Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Provinciale / Via Maregrosso

A Natale Fondo Saccà liberata dalle casette, lavori di demolizione iniziati

Il sindaco De Luca, il prefetto Di Stani, deputati messinesi hanno preso parte all'avvio delle opere di rimozione delle casupole. Per l'assessore Mondello "data storica"

Iniziata la demolizione delle casupole di Fondo Saccà. Il sindaco Cateno De Luca ha partecipato allo sbaraccamento delle aree da riqualificare secondo il Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie – Progetto Capacity. Presenti il prefetto Cosima Di Stani, gli assessori al Risanamento Salvatore Mondello e alle Politiche Abitative Alessandra Calafiore, deputati messinesi, i vertici dell’Agenzia per il Risanamento  e Gaetano Giunta, referente per il progetto Capacity. I lavori saranno ultimati presumibilmente il prossimo 13 dicembre e sono stati definiti gli ultimi dettagli con i responsabili dell’impresa Sicilscavi – Consorzio Stabile Soleco.  Le attività consisteranno nella demolizione di tutte le baracche all’interno dell’area, previo smontaggio, stoccaggio, campionamento e trasporto a discarica autorizzata dei manufatti in amianto. L’assistenza e la consulenza tecnica sulla sicurezza in cantiere sarà curata dall’Organismo Paritetico Territoriale. 

“Indubbiamente una data storica quella di oggi- ha dichiarato a margine l’assessore al Risanamento Mondello – che chiude concretamente una delle pagine più buie della città di Messina. Così come già detto, alle parole hanno seguito i fatti e l’inizio delle operazioni odierne lo dimostra. Al di là di ogni legittima critica, è palese come l’azione sinergica del Comune di Messina abbia inciso in maniera determinante sulla scelta del Governo di intervenire sul territorio messinese. Sono stati accesi i riflettori su una problematica secolare, che era rimasta impantanata in pastoie burocratiche e disinteresse politico, condannando la città ad una piaga vergognosa che l’ha marchiata nel tempo. Oggi possiamo finalmente dire che siamo alla svolta, è stata tracciata la strada virtuosa che, grazie all’impegno costante dell’Amministrazione, ha già segnato tappe fondamentali nella complessa procedura di risanamento e dunque di cancellazione dell’onta rappresentata dalle baracche, che la città ha dovuto subire. Un ringraziamento sentito va sicuramente al Sindaco e ad Arisme, reale braccio operativo dell’Amministrazione; così come a tutti coloro che a vario titolo hanno predisposto la documentazione tecnica e amministrativa per i progetti; a Messinaservizi Bene Comune, che ha lavorato alacremente per lo smontaggio manuale delle abitazioni e alla rimozione dei rifiuti; a Gaetano Giunta che ha fornito un supporto prezioso, mettendo a disposizione la sua esperienza nel progetto Capacity e alla deputazione messinese che avendo intuito l’incisività dell’azione di governo della Giunta De Luca, ha ritenuto di spendersi per proseguire il percorso virtuoso intrapreso, a favore della città. Sinergia, volontà e amore per Messina, questi gli strumenti più efficaci per risolvere i problemi della gente, anche quelli che appaiono insormontabili. Il silenzio – ha concluso l’Assessore Mondello – è uno stile che caratterizza un certo modo di lavorare e di cui spesso non si comprende il valore, ma prelude al raggiungimento di obiettivi rilevanti, sinonimo di amore e abnegazione per la propria città”.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Natale Fondo Saccà liberata dalle casette, lavori di demolizione iniziati

MessinaToday è in caricamento