Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Festa all'Antonello, ecco il documento per difendere il buon nome della scuola: ma non tutti lo votano

Una quarantina di docenti contrari o astenuti sulla mozione proposta dopo le polemiche per il buffet di compleanno della dirigente scolastica-assessore. Il consigliere comunale Sorbello chiede l'accesso agli atti per conoscere i contenuti. Eccoli, con tutti i riferimenti alla “volgare campagna di denigrazione e diffamazione” anche “da un rappresentante delle istituzioni”

Un documento a sostegno della preside e di diffida nei confronti di chi compromette il buon nome della scuola. E’ quello proposto al collegio dei docenti dell’Istituto Antonello dopo il caso della festa di compleanno a scuola della dirigente-assessore Laura Tringali.

Il documento, messo ai voti, ha registrato una quarantina di contrari e astenuti su circa duecento persone.  Qualcuno ha motivato le ragioni del dissenso ma dalla dirigente è arrivata anche una precisa indicazione: se il documento non passa all’unanimità sarà annullato.

Se è stato annullato o meno ancora non è dato sapere. Si potrà capire solo al prossimo collegio d'Istituto.

Ma nel fratemmpo, sul documento, ha acceso i riflettori il consigliere comunale Salvatore Sorbello che ha chiesto un accesso agli atti per valutare la vicenda dopo che la stessa è trapelata sulla stampa e soprattutto dopo la notizia che l’assessore Tringali ha deciso di querelarlo per le dichiarazioni sul buffet di compleanno consumato insieme ad una ventina di persone all’interno dell’istituto, nonostante l'emergenza Covid.

La dirigente-assessore aveva convocato il collegio docenti anche per altri motivi. Il documento era uno dei punti all’ordine del giorno. A leggerlo è stato il vice preside. E già nell’intestazione c’è un programma di lavoro: “Campagna denigratoria nei confronti dell’I.I.S. Antonello. Mozione da porre ai voti in collegio docenti”.

Ma cosa c’è scritto in questo documento per il quale Sorbello ha chiesto l’accesso agli atti tramite il legale Andrea Caristi?

La mozione sottoposta ai docenti

“Da diverse settimane, con un prologo risalente addirittura ad inizio anno scolastico, il nostro istituto è fatto oggetto di una volgare campagna di denigrazione e diffamazione sui social media, ma anche a mezzo stampa che, con il malcelato intento di colpire il nostro dirigente scolastico nella sua veste di amministratore comunale, ha pesantemente odffeso la nostra comunità educante in quanto tale.

Assistiamo quotidianamente infatti ad uno stillicidio di insulti, sberleffi, basse e volgari insinuazioni sulla professionalità del nostro corpo docente e della sua competenza educativa, esternati con la produzione di strofe infantili, falsi slogan e loghi di partiti politici (anche con effigi di rappresentanti istituzionali), recentemente anche con una inqualificabile perfomance canora che se non fosse così pesantemente diffamatoria, potrebbe essere annoverata tra i più esilaranti provini (scartati, ovviamente) per il programma televisivo “la Corrida”.

Di più, protagonista di buona parte di tali azioni lesive della nostra dignità, risulta essere un rappresentante delle istituzioni, un consigliere comunale addirittura che, in quanto tale dovrebbe rappresentare tutti i cittadini messinesi, compresi i docenti di questo isituto oggetto della palese denigrazione.

Lungi dal voler entrare, con la presente nota, nel dibattito politico ce si svolge in altre sedi e contesti, ciò di cui avvertiamo la necessità e la salvaguardia dell’onore e della dignità della nostra istituzione. Il nostro, infatti, contrariamente alla descrizione che qui si contesta, è uno dei più antichi e prestigiosi istituti scolastici cittadini.

Fondato adirittura prima dell’Unità d’Italia, ha operato sul territorio fogiando generazioni di professionisti molto dei quali hanno raggiunto brillanti e lusinghieri traguardi nei rispettivi ambiti lavorativi. Nel XXI secolo, terzo dalla sua fondazione, ovvero da quando si è dotato della presigiosa sede di Viale Giostra, quello che oggi è denominato I.I.S. Antonello ha collezionato una infinita serie di encomi. Siamo stati incaricati di organizzare il banchetto in onore di Capi di Stato e di Governo della U.E. in visita in Prefettura in occasione, nel 2006, del 50° anniversario della firma, a Messina, degli accordi preparatori del Trattato di Roma del ’57. Siamo stati onorati di essere designati quali capofila delle scuole del Mezzogiorno alle celebrazioni del Centenario dell’Unità d’Italia a Torino, nella storica sede delle O.G.R. nel 2011 e, in quanto tali, organizzatori dell’evento.

Abbiamo ricevuto incarichi organizzativi in occasione di eventi, istituzionali e non, i più diversi a livello comunale, provinciale, regionale, nazionale ed internazionale che vanno dall’evento tenutosi presso la Camera dei Deputati “Dai mari ai Monti” sull’enogastronomia peloritana (febbraio 2020, dal “Casa Miss Italia, al Taormina Film Festival, da Papa Francesco abbraccia Abu Mazen I.I.S. Antonello in Vaticano a “Algimusco” patrimonio dell’Umanità per conto dell’Unesco e alla gestione degli eventi enogastronomici presso l’Istituto di cultura italiana a Londra.

Abbiamo partecipato, vincendoli o comunque ben figurando, ad innumerevoli concorsi nazionali ed internazionali sui più disparati ambiti afferenti tutti i nostri indirizzi di studio. Tra questi, tralasciando i più recenti e noti, 8 volte Campioni Europei (tra cucina e pasticceria) ai Concorsi Aeht (Associazione Europea delle scuole alberghiere).

In ogni circostanza, a seguito di ogni evento, abbiamo ricevuto, per il tramite dei nostri dirigenti scolastici, le congratulazioni per i nostri studenti e i loro docenti/tutori.

In ogni occasione, a seguito di ogni nostro successo, la stampa locale, e non solo, ha dato ampio risalto al prestigio che questo istituto ha arrecato al nostro territorio al punto che siamo considerati una vera e propria “scuola d’eccellenza”.

L’Istituto Antonello, in definitiva, è un patrimonio di risorse umane, professionali, e tecnologiche che nessun individuo di buon senso, se non in malafede, può volgarmente liquidare con battutacce da bassifondi.

In ragione di quanto su esposto, noi docenti dell’I.I.S. Antonello chiediamo al dirigente scolastico pro-tempore, nella sua qualità di legale rappresentante dell’Istituzione,

  • di adire, contro chiunque si sa reso responsabile delle ignobili diffamazioni su descritte, ogni via legale a tutela dell’onore e della dignità di ogni singolo lavoratore e di ogni singolo alunno che con sacrificio e passione opera nel nostro istituto;
  • di diffidare pubblicamente chiunque dall’intraprendere simili azioni in futuro;
  • di chiedere un congruo risarcimento per danno d’immagine da destinare interamente quale contributo per la realizzazione di un nuovo, ulteriore,  laboratorio di indirizzo a beneficio dei nostri studenti.

La presente, beninteso, non impegna in alcun modo ogni singolo lavoratore dell’I.I.S. Antonello a non intraprendere ulteriori azioni legali individuali a tutela del proprio onore.

Si richiede che la presente istanza venga posta ai voti in occasione del Collegio dei docenti già calendarizzato per martedì 23 marzo 2021.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa all'Antonello, ecco il documento per difendere il buon nome della scuola: ma non tutti lo votano

MessinaToday è in caricamento