Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

"Armato" di metal detector preleva monete e oggetti antichi, denunciato

L'uomo si era già impossessato di 141 monete risalenti al 1500 e diversi reperti. Dovrà rispondere di ricettazione e danneggiamento del patrimonio archeologico

Parte dei reperti archeologici recuperati

Si aggirava tra le campagne di Cesarò con in mano un metaldetector. Il comportamento dell'uomo, un 37enne di Troina, ha insospettito i carabinieri che durante una normale attività ispettiva hanno voluto vederci chiaro.

Così i militari hanno avvicinato l'uomo verificando che non era autorizzato per l'esercizio di tale attività. I carabinieri hanno proceduto a perquisizione personale e veicolare ed hanno rinvenuto, indosso al 37enne, alcune monete e utensili antichi recuperati nel sottosuolo. La perquisizione è stata estesa anche dell’abitazione del 37enne ed ha permesso di rinvenire ulteriore materiale d’interesse storico. In particolare, all’esito delle attività, sono stati sottoposti a sequestro 141 monete, verosimilmente antecedenti all'anno 1500, 4 cartucce di vario calibro, diversi cocci ed utensili di interesse archeologico nonché 2 metaldetector ed attrezzi utilizzati per gli scavi.

Il materiale sequestrato, previa autorizzazione della Procura della Repubblica di Catania, sarà sottoposto ad accertamenti da parte dell'ufficio della Soprintendenza per i Beni Culturali di Messina, per le valutazioni di competenza.

Per l'uomo è scattata una denuncia in quanto ritenuto responsabile dei reati di ricettazione, detenzione abusiva di munizioni, danneggiamento al patrimonio archeologico, storico o artistico nazionale, impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato e violazione in materia di ricerche archeologiche.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Armato" di metal detector preleva monete e oggetti antichi, denunciato

MessinaToday è in caricamento