rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca

Muore a 64 anni "senza un perché", la Procura apre un'inchiesta

La donna si è spenta al Policlinico dopo un calvario di due settimane tra ricoveri e dimissioni. Disposta l'autopsia dopo la denuncia dei familiari

Un calvario lungo due settimane, fatto di ricoveri e dimissioni in due ospedali diversi e conclusosi nel modo più tragico. Sarà l'autopsia a chiarire i motivi che hanno portato alla morte di Angelina Violi, 64 anni. La donna è deceduta lo scorso 28 novembre al Policlinico in circostanze che al momento sono tutte da chiarire. I familiari, assistiti dall'avvocato Salvatore Silvestro, hanno infatti presentato denuncia e il pm Roberta La Speme ha disposto l'esame autoptico che si svolgerà nella giornata di domani. Aperta un'inchiesta per omicidio colposo al momento contro ignoti.

Tutto inizia lo scorso 14 novembre. La donna accusa un forte dolore al petto e all'addome e insieme al marito si reca al pronto soccorso dell'ospedale Piemonte. Lì i medici la visitano e decidono dopo poche ore di mandarla a casa. Ma il dolore persiste nonostante le medicine prescritte. Pochi giorni dopo le condizioni della 64enne peggiorano e questa volta è un'ambulanza del 118 a riportarla nuovamente al "Piemonte" dove rimane in osservazione 24 ore e poi nuovamente dimessa. Questa volta i medici individuano un problema gastrico all'origine dei dolori. Ma la situazione non si risolve e la signora, appena tre giorni dopo, il nuovo viaggio in ambulanza verso l'ospedale di viale Europa dove il personale sanitario parla di infarto in corso e decide di trasferirla d'urgenza al Policlinico dove viene ricoverata in Cardiologia. L'infarto viene scongiurato dagli esami e, come risulta dall'esposto presentato dai familiari, la 64enne viene trasferita in Neurologia vista l'impossibilità a deambulare. La mattina del 28 novembre l'ultima telefonata al marito, ancora in preda ai dolori. Poco dopo le 10 il decesso.

La famiglia adesso chiede chiarezza e l'eventuale attribuzione di colpe. La Procura ha affidato l'autopsia al medico legale Silvia Raffo, supportata dal cardiologo Fabrizio Sansone e dal neurologo Rita Di Leo. Consulenti di parte i dottori Bondì e Crisafulli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore a 64 anni "senza un perché", la Procura apre un'inchiesta

MessinaToday è in caricamento