menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ospedale di Barcellona, Cutroni Zodda

L'ospedale di Barcellona, Cutroni Zodda

Ospedale di Barcellona, ancora violenza al pronto soccorso: la solidarietà del sindacato

L’episodio, secondo quanto riferito dai medici, con i familiari di una paziente già soccorsa, che si trovava in sala. Nonostante il divieto si sono imposti nei locali destinati agli interventi di emergenza. Uil Fpl: “Non vi sono più le condizioni di lavorare in serenità”

Era accaduto qualche settimana fa a Mistretta. Ora stessa dinamica a Barcellona. La preoccupazione per una paziente che fa saltare i nervi e si sfiora la tragedia.

L’episodio, secondo quanto riferito dai medici, oggi con i familiari di una paziente già soccorsa, che si trovava in sala. I parenti pretendevano a tutti i costi di entrare. Davanti al diniego della loro richiesta, hanno inveito contro tutto il personale, sbattendo con violenza la porta di ingresso. Sono riusciti ad entrare nonostante gli inviti a sostare fuori e hanno continuato a stare nei locali interni del Pronto soccorso, creando anche difficoltà nel servizio al personale operante.

A segnalare l'ennesimo episodio che sta creando tensione nell'ambienta santario, la Uil Fpl.

“Ormai si lavora in uno stato di assedio – affermano i rappresentanti della Uil – dove ognuno pretende di comportarsi come vuole e senza il benché minimo rispetto delle regole. Il personale in servizio al pronto soccorso presenterà denunzia per quanto accaduto, con il supporto delle immagini registrate dalle telecamere a circuito chiuso. Ormai si è creato un clima estremamente pericoloso e non vi sono più le condizioni di lavorare in serenità come è giusto che sia. Da lunedì 16 finalmente sarà presente una vigilanza e si spera che si possano ripristinare condizioni più vivibili sul posto di lavoro”.

La Uil Fpl nelle persone del segretario provinciale Pippo Calapai e del responsabile aziendale area medica Paolo Calabrò esprimono solidarietà e vicinanza a tutto il personale in servizio per quanto accaduto: “Non è più tollerabile che chi lavora negli ospedali e particolarmente nelle aree critiche come i Pronto Soccorso sia oggetto di vili ed ingiustificabili attacchi, questa volta, per fortuna, solo verbali e comportamentali da chi pretende con arroganza di violare le regole pensando di intimorire. Il sindacato è e sarà sempre vicino ai lavoratori in tutte le sedi”.

Sull'episodio anche la solidarietà dell'onorevole Antonio Catalfamo che in un post su facebook ha esprosso la propria vicinanza  al personale sanitario dell’Ospedale di Barcellona “spesso vittima di episodi violenti come questi che non vorremmo mai dover commentare. Ringrazio il sindacato Uil-Fpl - scrive Catalfamo  - per la segnalazione e auspico già un incontro in settimana per capire come potenziare la sicurezza del pronto soccorso”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I Lions siciliani donano sei cani guida ai non vedenti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento