Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Aveva 20 grammi di droga in casa, assolto perchè non c'era attività illecita

Fatto non sussiste per un trentacinquenne che nel 2013 era stato trovato in possesso di marijuana durante una perquisizione domiciliare


Accusato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, è stato assolto. Il fatto non sussiste per Gianluca Genovese, 35 anni, messinese, assolto dal giudice monocratico Maria Pina Scolaro. Nel 2013, a seguito di una perquisizione domiciliare eseguita dalla polizia, nell’abitazione del giovane erano stati trovati 20 grammi di marijuana ed altri strumenti che facevano pensare che dietro ci fosse un'attività illecita. Il sequestro era confluito in un procedimento sfociato nell'udienza preliminare celebrata a giugno 2017 a seguito della quale il trentacinquenne era stato rinviato a giudizio.

Nel corso del processo la difesa ha sostenuto che non c’era attività illecita. Di diverso avviso il pubblico ministero che aveva richiesto la condanna ad un anno. Lo scorso 24 maggio il processo si è concluso. Il tribunale, prima sezione monocratica, lo assolto con la formula perché il fatto non sussiste. Genovese è stato difeso dall’avvocato Melita Cafarelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aveva 20 grammi di droga in casa, assolto perchè non c'era attività illecita

MessinaToday è in caricamento