Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

“Devi morire”, “faremo una class action”: minacce dai no vax al commissario Firenze per gli elenchi dei non vaccinati

Le intimidazioni sono girate sui social ma qualche messaggio sarebbe stato recapitato anche sul telefonino del commissario che ha già presentato una denuncia. Sulla vicenda ha annunciato una interrogazione anche il deputato Villarosa

“Devi morire”, “faremo causa, una class action”. Sono alcune delle minacce rivolte al  commissario per l'emergenza Covid Alberto Firenze da un gruppo di no vax. Le intimidazioni sono girate sui social ma qualche messaggio sarebbe stato recapitato anche sul telefonino del commissario che ha già presentato una denuncia.

Sotto accusa sono finiti fantomatici elenchi dei non vaccinati consegnati dalla gestione commissariale ai sindaci del distretto di Barcellona.

Un elenco che il commissario Firenze smentisce di aver dato ai sindaci. Solo i medici di base sono stati allertati con l’obiettivo di sensibilizzare i propri assistiti e per farli aderire alla campagna di vaccinazioni.

Sulla vicenda ha annunciato una interrogazione anche il deputato messinese Alessio Villarosa per chiedere al ministro della salute di fare chiarezza sulla possibile consegna delle liste dei non vaccinati ai sindaci del territorio messinese.

“Da giorni leggo sui giornali della possibile consegna di liste di non vaccinati ai sindaci del territorio messinese – scrive Villarosa -  notizia pare poi smentita dal dottore Alagna. Ho deciso quindi di presentare un’interrogazione al ministro Speranza perché è mia intenzione capire se, nonostante ritenga la vaccinazione la prima arma per combattere il virus, quanto letto sia vero e se operazioni di questo genere messe in atto per migliorare il trend delle vaccinazioni possano però superare i possibili vincoli legati alla privacy dei cittadini”, conclude il deputato.

Il commissario Firenze ha comunque assicurato che non si farà intimidere e che darà il massimo per incrementare la campagna vaccinale. Proprio oggi sono state lanciate una serie di iniziative, dai vaccini nelle scuole alle zone covid free per arrivare almeno ad una copertura del 70 per cento.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Devi morire”, “faremo una class action”: minacce dai no vax al commissario Firenze per gli elenchi dei non vaccinati

MessinaToday è in caricamento