Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

"Siete immigrati? Niente affitto per voi", una storia che evidenzia il lato peggiore di Messina

L'odissea di tre lavoratori che da più di un anno cercano un alloggio con contratto di locazione: “Quando diciamo che siamo immigrati, trovano sempre una scusa per rifiutare la proposta”

C'è una Messina che non ti aspetti, mossa da pregiudizi e razzismo. È quella che da più di un anno impedisce a tre immigrati di trovare regolarmente affitto in città. Una storia difficile da accettare, raccontata dall'imprenditore Gabriele Arcovito su Facebook dopo aver raccolto lo sfogo dei tre uomini, attivi nel settore della ristorazione.

Ogni volta che chiedevo loro come fosse andata la ricerca, la risposta era sempre la stessa: "Non abbiamo trovato niente. Quando diciamo che siamo immigrati, trovano sempre una scusa per rifiutare la proposta". Inizialmente pensavo che il problema fosse la loro inesperienza e l'inesattezza nella ricerca, così mi sono offerto di cercare una casa per loro, dato che siamo cari amici.

Prima di tutto, voglio sottolineare che questi ragazzi hanno un permesso di soggiorno di dieci anni e un regolare contratto di lavoro nazionale. Sono in Italia da nove anni senza mai creare problemi o commettere reati di sorta. Dopo aver trovato due situazioni perfettamente adatte alle loro esigenze abitative tramite un'agenzia immobiliare, abbiamo preparato un'offerta, fornendo documenti che nemmeno la banca mi aveva richiesto per ottenere un mutuo (buste paga, contratto di lavoro, lettera di raccomandazione e la mia garanzia).

Devo ammettere che era un po' fastidioso dover fornire tutti questi documenti, ma il benessere dei miei amici era la priorità assoluta. Dopo aver preparato tutto, abbiamo fissato un appuntamento in agenzia, abbiamo firmato la proposta con tanto di acconto. Ero estremamente felice di aver scoperto che trovare una casa non sarebbe stato così difficile e che il razzismo nel 2024 nella nostra amata città fosse una cosa rara.

Purtroppo, stamattina entrambe le agenzie mi hanno chiamato per dirmi che i proprietari avevano rifiutato le proposte, specificando che non fosse una questione di soldi. Non sapevo come dare questa notizia ai miei amici. Mi sento profondamente in imbarazzo per quello che sono stati costretti a vivere.

Mi rendo conto che questa è solo una piccola parte della realtà, ma è incredibile e triste pensare che nel 2024 ci siano ancora persone che discriminano gli altri sulla base delle loro origini. Questa storia mi ha aperto gli occhi e mi ha fatto parecchio incazzare

Continuerò a sostenere i miei amici e a cercare una soluzione abitativa dignitosa per loro, ma invito ognuno di voi a riflettere su questa storia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Siete immigrati? Niente affitto per voi", una storia che evidenzia il lato peggiore di Messina
MessinaToday è in caricamento