rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca

Il terzo tentativo è quello giusto, accettate le dimissioni di Maurizio Croce dal consiglio comunale

Questa volte l'ex commissario al Dissesto ha presentato l'istanza nel modo corretto. Parte l'iter per il suo sostituto in Aula

Finita la telenovela sulle dimissioni da consigliere comunale di Maurizio Croce. Al terzo tentativo, l'ex commissario regionale arrestato dopo l'inchiesta sui lavori al torrente Bisconte, ha presentato l'istanza nel modo corretto. Fin qui, infatti, le sue richieste di abbandonare l'Aula erano state respinte da Palazzo Zanca perchè mancanti di tutti i requisiti. E quindi al terzo tentativo, Croce ha inviato una nuova pec con firma digitale secondo i criteri già resi noti dalla segretaria generale Rossana Carruba.

Può iniziare così l'iter per la sua sostituzione. In pole c'è Alessandro Russo, dal momento che in caso di rinuncia o dimissioni del candidato sindaco miglior perdente, il seggio va assegnato, “attraverso la regolare procedura della surroga, al candidato che segue immediatamente l’ultimo eletto nella lista che, tra quelle collegate al candidato sindaco miglior perdente dimissionario o non collegate, ha riportato il quoziente più alto fra quelli non utilizzati per l’assegnazione dei seggi. A rivendicare il posto che fu di Croce e che sembrerebbe spettare di diritto a Russo c’è infatti anche Sebastiano Tamà.

A breve quindi il consiglio comunale, le cui sedute sono al momento sospese, tornerà a essere composto da 32 esponenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il terzo tentativo è quello giusto, accettate le dimissioni di Maurizio Croce dal consiglio comunale

MessinaToday è in caricamento