rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca Capo d'Orlando

Capo d'Orlando, dipendenti comunali in stato d'agitazione: "Senza stipendio da due mesi"

Clima bollente nel comune tirrenico. I lavoratori si sono uniti in assemblea supportati dalla Fp Cgil, intanto il sindaco Franco Ingrillì rassicura. "Risolveremo presto"

Dopo lo sciopero arriva lo stato di agitazione. Clima bollente al comune di Capo D'Orlando alle prese con le proteste dei propri dipendenti che non da due mesi non ricevono lo stipendio. I lavoratori avanzano le mensilità di giugno e luglio oltre agli arretrati contrattuali dal 2016 al 2018.

Supportati dalla Fp Cgil, il personale è entrato in stato di agitazione dopo aver indetto un'assemblea coordinata dal sindacalista Nino Pizzino. Nel corso dell'incontro si è parlato degli stipendi arretrati dal personale dell’Ente, dello sblocco della contrattazione decentrata integrativa e liquidazione del relativo salario accessorio e della programmazione-definizione per l’anno 2019.

Intanto, il sindaco del comune tirrenico, Franco Ingrillì, tenta di gettare acqua sul fuoco. "Non appena possibile, a stretto giro - ha spiegato il primo cittadino - i lavoratori riceveranno gli emolumenti pregressi, interesse primario della nostra amministrazione è la tranquillità dei nostri dipendenti, grazie ai quali funziona la macchina comunale”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capo d'Orlando, dipendenti comunali in stato d'agitazione: "Senza stipendio da due mesi"

MessinaToday è in caricamento